Propone di curare tumori con acqua e miele, Ordine dei medici: "L'ennesimo ciarlatano"

In un servizio de Le Iene, andato in onda ieri, si vede anche il dottor Paul Zelig Rodberg, un biologo chiropratico che lavora a Catania ed afferma di poter curare tumori con un peso e con una miscela di acqua e miele

Si chiama Paul Zelig Rodberg, è dottore in Biologia e chiropratico - qualifiche che ha conseguito negli Stati Uniti - e lavora a Catania, in via Francesco Riso, dove ha uno studio a pochi passi dal Palazzo di Giustizia. Il suo nome è balzato alle cronache nazionali grazie ad un servizio su "Cancro e cure che non guariscono", andato in onda ieri su Italia1 durante il programma Le Iene. Com'è possibile leggere sul suo sito ufficiale, Robdberg è il "fondatore" del cosiddetto "progetto Genesi", proposto al pubblico come il "metodo più inteligente, veloce e potente per capire il rapporto tra causa ed effetto, eliminare la paura guarendoti e non ammalandoti mai più senza bisogno di farmaci e chirurgia". 

Il progetto Genesi

Per capire meglio di cosa si tratta, Rodberg offre la possibilità di scaricare dal proprio sito il pdf del suo libro. Un manuale dove, in sostanza, viene attaccata la medicina ufficiale in favore di una visione molto alternativa di terapie adatte quasi a tutte le patologie, comprese quelle oncologiche. "Permettetemi che apra una breve parentesi sulla medicina ufficiale - scrive Roberg nel suo libro - La medicina ufficiale offre ai pazienti i seguenti servizi: Raccolta dei dati sul paziente (Anamnesi); Visita del paziente Accertamenti diagnostici quali: esame al sangue e alle urine, radiografie, Tac, risonanza magnetica, ecografia, endoscopia, ecc. Diagnosi Terapie: dalle più dolci (omeopatia, fitoterapia, fisioterapia, erbe,....), alle più cruenti (chirurgia, chemioterapia, busti ortopedici,....)". "Questo - aggiunge il chiropratico - determina due categorie di pazienti: i guariti e i non guariti. La mia esperienza e la condivisione con altri specialisti, mi permette di affermare che il metodi naturali qui proposti si sono rivelati efficaci nella risoluzione della maggior parte dei casi in cui la medicina ufficiale non ha trovato soluzione positiva". 

"Se non chiamate siete irresponsabili"

In aggiunta alla lettura del suo testo, Rodberg consiglia ai suoi "pazienti" di restare in contatto costante con lui. "Dei consigli che vi darò ce ne sarà sicuramente qualcuno che vi sembrerà molto difficile da seguire - scrive sul sito - ma, se avete la prontezza di telefonarmi subito per esternarmi le vostre difficoltà, sarò io stesso ad aiutarvi a superarle nel minor tempo possibile (se avete bisogno e non chiamate siete irresponsabili e ciò certamente non vi aiuterà a guarire)".

Il servizio de Le Iene

Nel servizio del programma di Italia1, un finto paziente oncologico si reca all'interno dello studio di Rodberg sostenendo di avere un tumore e chiedendo di essere curato. Come si vede chiaramente dalle immagini registrate attraverso una telecamera nascosta, il chiropratico dopo aver esplicato la sua teoria - basata sul fatto che i farmaci "accumulano veleni" nel corpo - pone un peso da palestra sull'addome del finto paziente sostendo che possa sostituirsi al "sistema sanitario nazionale". Lo strumento ginnico servirebbe insomma a individuare e curare la patologia, grazie all'aiuto di "ghiaccio" unito all'assunzione di litri e litri di "acqua, miele e limone". Se durante il "trattamento" si dovesse sentire nausea e vomitare "non ci sarebbe nulla di strano".

Il parere dell'Ordine dei Medici catanese

Intervistato da CataniaToday, Massimo Buscema, Endocrinologo e presidente dell'Ordine dei Medici etneo si dice "sollevato" dal fatto che Rodberg non sia una persona laureata in Medicina e Chirurgia, paragonando il chiropratico ad un "mago". "La prima cosa che mi viene in mente quando sento queste notizie - spiega Buscema - è che l'Itaila è il paese dove il fatturato maggiore è quello dei maghi. I numeri che fa questa categoria di ciarlatani sono impressionanti - aggiunge - quindi non mi stupisce sentir parlare dell'ennesimo ciarlatano che si rivolge ad una fetta di popolazione purtroppo disperata come quella dei pazienti oncologici".

"La vicenda è sicuramente deprecabile - continua lo specialista - perché l'operato di questo settore fa presa sulle debolezze e sulle fragilità delle persone, fiaccate da una patologia che spesso, come sappiamo, è difficilmente aggredibile. Il mio invito e quello di non cadere in queste trappole e di rivolgersi immediatamente a personale sanitario qualificato, spetta alla magistratura, qualora ci fosse, verificare la presenza di eventuali profili giuridici".

Il seguito e la pagina Facebook

Le cure proposte da Robert Zelig Rodberg, a Catania, hanno un seguito abbastanza ampio. Sia la pagina personale che quella del "Progetto Genesi" sono seguite da circa 600 persone e, dopo la messa in onda del servizio de Le Iene, in molti hanno sentito il bisogno di dichiarare il loro supporto al chiropratico. "Ciao Paul, Guardo la condutrice delle iene che non ha idea della realtà della manipolazione - scrive una donna sulla bacheca di Rodberg -  interessi sporchi giocchi delle multinazionali farmaceutiche....ma e possibile che e cosi ignorante o è solo venduta?". 

La risposta di Paul Zelig Rodberg e la diffida a Le Iene

Dopo la registrazione del servizio de Le Iene, Rodberg e il suo legale, avvocato Michele Pappalardo, hanno inviato la seguente una diffida al programma. La riportiamo integralmente: 

"Il mio assistito è titolare dei seguenti titoli di studio:

Laurea in scienze biologiche, conseguita in USA nel 1974;
Laurea in medicina chiropratica, conseguita in USA nel 1979;
Specializzazione in kinesiologia applicata, conseguita in USA nel 1979;
- esercita regolarmente la libera professione di medico-chiropratico sin dal 1980;

facendo seguito all'increscioso episodio verificatosi lo scorso 31 luglio, alle ore 15,45 circa, quando una troupe del programma televisivo “LE IENE”, della testata giornalistica dell'emittente ITALIA1, ha messo in atto - a totale insaputa dell'interessato- un tentativo di “estorcere” al, malcapitato, Dr. Rodberg una intervista televisiva sulla pubblica strada (incrocio tra via F. Crispi e C.so Italia di Catania), nel corso del quale, la cronista in azione si è rivolta all'ignaro interlocutore con irruenza (rectius in modo aggressivo), utilizzando un frasario del tutto inesatto e paventando iniziative di carattere grave e pregiudizievole ai danni del mio rappresentato;

in particolare la giornalista di cui non conosciamo le generalità si è rivolta al Dr. Rodberg asserendo che costui non fosse un medico qualificato, che garantisse a soggetti colpiti da carcinoma di poterli guarire con assunzione di acqua e miele e l'utilizzo di pesi sulle parti del corpo affette dalla malattia, che in tal modo provocasse la morte dei suoi pazienti, che sussisterebbero molte denunce ai suoi danni, che egli fosse già stato oggetto di inchiesta giornalistico-televisiva con telecamera nascosta e che tali immagini, unitamente alla presunta intervista in questione, sarebbero state mandate in onda dal canale televisivo ITALIA1, nel programma “LE IENE”, quella stessa sera, al fine di portare a conoscenza il pubblico del fatto che egli fosse un ciarlatano criminale che si approfitterebbe della buona fede altrui. 

ritenuto che il comportamento sopra descritto, oltre a risultare fortemente “discutibile” sul piano umano e professionale, è caratterizzato da totale inesattezza e disinformazione, vuoi sui principi e sulle metodologie della medicina chiropratica, scientificamente e rigorosamente applicati dal Dr. Rodberg da circa quarant'anni con eccellenti risultati (come possono testimoniare numerosissimi suoi pazienti), vuoi, soprattutto, sulla sua etica deontologica e sul suo rapporto con i propri degenti;

Vi diffido formalmente dal mandare in onda o diffondere sotto qualsiasi altra forma il materiale audiovisivo presuntivamente raccolto dalla testata giornalistica sopra citata all'insaputa del mio assistito, atteso che, peraltro, esso conterrebbe notizie diffamatorie e totalmente destituite di fondamento nei confronti del mio assistito. Qualora non riteneste di ottemperare alla suddetta, formale diffida, il Dr. Rodberg si riserva, ovviamente, la facoltà di esercitare il diritto di sporgere querela nei Vostri confronti nelle opportune sedi giudiziarie, sia civili che penali, al fine di tutelare al meglio la propria immagine ed i propri interessi personali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento