Tunisino tenta di uccidere una prostituta per vendetta, ma finisce in manette

All'origine del tentato omicidio, secondo quanto accertato dagli agenti della Squadra mobile, una vendetta. L'uomo era solito taglieggiare con piccole richieste di denaro e regalie in genere le straniere che si prostituivano, tra cui la vittima. Ma la donna due anni prima si era rifiutata di pagare

Un cittadino tunisino è stato arrestato per tentato omicidio dalla polizia, a Catania. In manette è finito K.D., di 41 anni. L'uomo è stato sorpreso nei pressi della stazione centrale mentre stava trascinando per i capelli una prostituta rumena, brandendo in mano un coltello.

Lo straniero, secondo una ricostruzione degli investigatori, dopo avere avuto un forte alterco con la donna ed averla picchiata ripetutamente in testa con i pugni, avrebbe estratto il coltello multiuso dalla tasca ed iniziato a trascinarla con violenza verso la zona alberata, in direzione della fontana di Proserpina, esternandole ripetutamente il suo proposito omicida.

Contestualmente, alcuni passanti che hanno assistito alla scena, hanno telefonato al 113, accorrendo in difesa della malcapitata, spingendo a terra il tunisino. I poliziotti, una volta giunti sul posto, hanno disarmato e arrestato l'uomo. All'origine del tentato omicidio, secondo quanto accertato dagli agenti della Squadra mobile, una vendetta. L'uomo era solito taglieggiare con piccole richieste di denaro e regalie in genere le straniere che si prostituivano, tra cui la vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la donna due anni prima si era rifiutata di pagare. Come conseguenza, per darle una lezione e piegarla alle proprie pretese l'accoltello' ad una gamba. Per tale motivo venne arrestato e grazie alla testimonianza resa dalla vittima condannato a due anni di reclusione per lesioni aggravate. Durante il periodo di detenzione aveva covato il desiderio di vendetta, esternandolo non appena tornato in libertà. Il tunisino arrestato con l'accusa di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale e' stato condotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento