Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Mascali

Tutela ambientale, sequestrate due cave abusive di pietra lavica

I carabinieri del Noe hanno messo i sigilli a due impianti di frantumazione e a due escavatori: denunciati i titolari

I carabinieri del Noe di Catania, nell'ambito delle attività di controllo nel settore delle cave - predisposta dal comando carabinieri per la tutela ambientale - nel corso dell’ultima settimana hanno operato il sequestro di due diverse società operanti nel territorio del Comune di Mascali, i cui impianti erano già stati sottoposto a sequestro nell’anno 2018. Nonostante ciò gli impianti sono stati illegalmente riattivati riprendendo ad operare in costante violazione delle leggi che regolamentano la materia. Oltre alla violazione dei sigilli e di utilizzo degli impianti sequestrati, i titolari e i conduttori di fatto degli impianti, dovranno rispondere anche dei reati di esecuzione di lavori su beni sottoposti a vincolo paesaggistico senza autorizzazione, di distruzione o deturpamento di bellezze naturali, omessa denuncia dell’inizio dei lavori alle competenti autorità e della mancata nomina del direttore dei lavori, prevista per legge e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. I sequestri, su richiesta del magistrato di turno della procura della Repubblica di Catania, sono stati convalidati da giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela ambientale, sequestrate due cave abusive di pietra lavica

CataniaToday è in caricamento