Udicon: "Caos agli uffici dell’Asp nell’ex ospedale San Luigi"

La confusione riguarderebbe la gestione di pratiche come le esenzioni ticket e il cambio del medico di famiglia

“Agli uffici dell’Asp di Catania nell’ex ospedale San Luigi la situazione è ormai insostenibile, lo testimonia l’entità crescente di segnalazioni e proteste che ci raggiungono ogni giorno. Non si possono aspettare cinque ore per un'esenzione ticket. A tutela degli utenti, costretti a levatacce e code infinite (foto in allegato) per accedere ai loro diritti, lanciamo un appello alla governance Asp affinché si riorganizzi la gestione di pratiche fondamentali come le esenzioni ticket e il cambio del medico di famiglia”. Interviene così il commissario regionale dell’U.Di.Con Marco Corsaro, a proposito dei servizi erogati dall’Asp etnea negli uffici di viale Fleming a Catania. “In quella sede – prosegue l’esponente dell’Unione per la difesa dei consumatori – convergono tutte le pratiche dei residenti a Catania, Misterbianco e Motta Sant’Anastasia. Di fatto si verifica un vero e proprio sovraccarico il cui prezzo ricade sui cittadini con l’esigenza di avere subito il proprio nuovo medico oppure l’esenzione ticket per accedere al Servizio sanitario nazionale. Sono centinaia coloro che devono alzarsi all’alba per mettersi in fila e aspettare per ore il proprio turno, davanti a uffici che probabilmente scontano, a loro volta, gli effetti delle carenze d’organico dell’Asp”. “Ecco perché chiediamo formalmente all’azienda di riorganizzare il funzionamento di tale sportello, valutando anche l’idea di decentrare il servizio cambio medico ed esenzione ticket, magari in raccordo con i Comuni e le associazioni del territorio. In questi ultimi giorni inoltre – conclude il commissario regionale Corsaro – anche l’emergenza coronavirus impone di eliminare potenziali assembramenti e ulteriori disagi per i cittadini costretti ad aspettare davanti alle porte del San Luigi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento