Uffici del lavoro, Ugl: "Gli impiegati sono costretti ad acquistare i materiali per lavorare"

Il sindacato spiega che negli uffici regionali del lavoro mancano attrezzature informatiche e materiali che spesso i dipendenti acquistano di tasca propria

Carenza di attrezzature informatiche e materiali di consumo che spesso vengono acquistati dagli impiegati stessi con fondi propri per continuare a garantire i servizi. E' questa la situazione in cui si trovano gli uffici regionali del lavoro a Catania e a denunciare i disagi è la Ugl nel corso di un incontro con la dirigente generale del dipartimento lavoro Maria Antonietta Bullara.

Tema principale della riunione è stato il crescente disagio nei lavoratori degli uffici dell’area lavoro e, di riflesso anche negli utenti, dovuto fino ad oggi ad un mancato potenziamento delle strutture periferiche in termini di risorse e di mezzi a disposizione. "Il mancato collegamento telefonico in alcuni uffici -scrive in una nota l'Ugl - e l’assenza totale di posta elettronica certificata che fa ancora oggi lievitare i costi delle spedizioni postali, nonché l’insufficienza della pulizia che spesse volte viene fatta dallo stesso personale. Senza contare poi l’utilizzo distorto di alcuni amministrativi, mandati in giro nella veste di messi notificatori con mezzo proprio e scopertura assicurativa, ed i continui disservizi che ogni giorno vive l’utenza interessata dal servizio legato alla legge 68/1990, di competenza del Centro per l’impiego ma dislocato nei lontani uffici della Direzione territoriale del lavoro".

Nel corso dell'incontro, i rappresentanti della Ugl hanno anche proposto l’istituzione della figura dell’addetto alla vigilanza, da riservare ai dipendenti di categoria “B” ed utile ad affiancare gli ispettori il cui numero è esiguo, mentre hanno sollecitato la dirigente a verificare la possibilità di attivare alcune previsioni di legge, nazionale e regionale, che possono consentire il reperimento di una quota consistente di fondi, tale da poter garantire respiro alle casse dell’assessorato e migliorare la qualità del lavoro degli impiegati e dei servizi offerti.

“Ringraziamo la collega dirigente per la cortesia e la disponibilità dimostrati e ci auguriamo che quanto richiesto possa presto concretizzarsi – afferma Maurizio Maccarrone. Da parte nostra verificheremo il corretto andamento di tutti i passaggi e continueremo a renderci sempre propositivi per assicurare ai colleghi condizioni lavorative tali da assicurare la valorizzazione delle professionalità e delle competenze e, nel contempo, agli utenti di godere di un servizio sempre più all’altezza delle aspettative.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento