menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zona industriale di Catania, la Ugl sui lavori in via Anfuso: "Speriamo sia solo l'inizio"

A dichiararlo sono il segretario territoriale della Ugl di Catania Giovanni Musumeci con i segretari provinciali delle federazioni Ugl metalmeccanici e Ugl chimici, rispettivamente Angelo Mazzeo e Carmelo Giuffrida

Sul recente avvio dei lavori in via Anfuso, inaugurati nella Zona industriale di Catania dall’amministrazione comunale, interviene con una nota la Ugl etnea. “Siamo contenti che, finalmente, sia iniziato l’intervento che, solo poche settimane fa, era stato concordato nel corso di un sopralluogo congiunto tra il sindaco, gli assessori preposti, i dirigenti comunali competenti e le organizzazioni sindacali. In questo senso, vogliamo infatti ricordare che la Ugl è stata una delle voci più insistenti e costanti nel chiedere l’avvio di un progetto di riqualificazione del polo produttivo della nostra città".

A dichiararlo sono il segretario territoriale della Ugl di Catania Giovanni Musumeci con i segretari provinciali delle federazioni Ugl metalmeccanici e Ugl chimici, rispettivamente Angelo Mazzeo e Carmelo Giuffrida.

"Lo abbiamo fatto perché crediamo fortemente nel potenziale del sito ed anche perché, giornalmente, i lavoratori ci segnalano con rabbia lo stato di degrado in cui versa gran parte della zona. Certo - continuano - quello iniziato è soltanto uno dei lavori che bisognerebbe fare nel complessivo di una situazione che rimane critica. Se oggi qualcosa si sta muovendo, è perché chi ci lavora nella Zona industriale e, soprattutto ogni qual volta piove, subisce notevoli disagi o mette a rischio anche la propria vita, ci ha consentito di portare all’attenzione della pubblica opinione la grave problematica ed invocare l’interessamento urgente delle istituzioni proprietarie delle strade. Ci auguriamo che, una volta per tutte, questo sia soltanto l’inizio di quella che dovrà essere una vera e propria rivoluzione strutturale ed infrastrutturale dell’area. Noi continueremo ad essere vigili ed attenti perché i lavori proseguano bene e speditamente, nell’attesa che prendano il via gli altri progetti in cantiere, a prescindere dal fatto che gli enti proprietari vogliano continuare a coinvolgerci o meno in questo indifferibile processo di manutenzione straordinaria”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Salute

Stanchezza primaverile - Cause, sintomi e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento