#Vietatovivere, Ugl in piazza per dire no alla norma modifica pensioni

Dirigenti, iscritti e simpatizzanti della Ugl si sono dati appuntamento questa mattina in piazza Stesicoro a Catania per dire no al tentativo del governo Gentiloni di modificare la norma sulle pensioni

Dirigenti, iscritti e simpatizzanti della Ugl si sono dati appuntamento questa mattina in piazza Stesicoro a Catania per dire no al tentativo del governo Gentiloni di modificare la norma sulle pensioni. L’iniziativa denominata #vietatovivere, pensione irraggiungibile, organizzata a livello nazionale dal sindacato con oltre 1000 piazze aderenti, punta a chiedere lo stop alla normativa inserita nella legge di stabilità che da oggi è in discussione alla Camera, per chiedere un nuovo confronto con l’esecutivo con l’intento di rivedere le decisioni prese.

“Anche dalla nostra città i pensionati ed i pensionandi chiedono all’esecutivo nazionale di bloccare una normativa che penalizzerà ancor di più il settore previdenziale, dopo i danni provocati dalla legge Fornero – spiega il segretario generale territoriale della Ugl etnea Giovanni Musumeci. Se ciò passerà sarà davvero impossibile continuare a sopravvivere a causa dell’innalzamento dell’età pensionabile. Invochiamo, dunque, l’urgente ritiro dell’articolo per bloccare e poi eliminare l’innalzamento dei requisiti per accedere alla pensione di vecchia e di anzianità rispetto alle aspettative di vita, l’estensione della flessibilità in uscita ed il riconoscimento del valore della maternità, rivedere la platea dei beneficiari dell’Ape social".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo – conclude Musumeci – dovrà rappresentare il primo importante passo verso l’abolizione di quel mostro chiamato riforma Fornero, tema che a noi lavoratori sta molto a cuore e che, speriamo, venga contemplato tra le priorità dell’agenda politica italiana delle prossime settimane.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento