Uil Pensionati, raccolta firme per legge sulla non autosufficienza

Centinaia di firme sono state raccolte stamattina da Spi-Fnp-Uil Pensionati a villa Pacini e nel mercato storico della Pescheria

Centinaia di firme sono state raccolte stamattina da Spi-Fnp-Uil Pensionati a villa Pacini e nel mercato storico della Pescheria a Catania per sostenere la richiesta di una legge nazionale sulla non autosufficienza. L’iniziativa sarà ripetuta venerdì a piazza Stesicoro e alla “Fera ‘o luni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La petizione è promossa in tutta Italia dalle organizzazioni dei pensionati di Cgil, Cisl, Uil. “Da anni chiediamo – spiegano i segretari territoriali di Spi, Fnp e Uil Pensionati Carmelo De Caudo, Pietro Guglielmino, Maria Pia Castiglione e Antonino Lombardo – che la politica si accorga delle tantissime famiglie quotidianamente impegnate nel nostro Paese a prendersi cura di un parente non autosufficiente. Hanno bisogno di un sostegno, hanno bisogno di un quadro normativo chiaro e univoco mentre oggi regna l’incertezza nella frammentazione delle responsabilità tra enti distinti e distanti tra loro. In Italia vivono 3 milioni di persone non autosufficienti, la maggior parte delle quali sono anziane. E’ una vera emergenza nazionale che non può essere rimandata e questo vale particolarmente a Catania e provincia, dove il disagio sociale è più diffuso e profondo”. Gli esponenti sindacali aggiungono: “Milioni di famiglie si fanno carico della non autosufficienza, da sole, e rischiano di finire in povertà. La risposta delle istituzioni è stata finora inadeguata e disorganizzata”. Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil Pensionati si preparano intanto alla grande manifestazione in programma a Roma per sabato 16. Oltre a sollecitare appunto una “legge nazionale sulla non autosufficienza a sostegno di milioni di anziani e delle loro famiglie”, i sindacati rivendicano “la necessità di ripristinare un sistema di rivalutazione equo che tuteli il potere d’acquisto delle pensioni e la ricostruzione del montante come base di calcolo per chi ha subìto il blocco negli anni precedenti”. E ancora “ l’allargamento della platea dei beneficiari della quattordicesima; la separazione della previdenza dall’assistenza; il taglio delle tasse anche per i pensionati, perché le pagano più di tutti; una seria lotta all’evasione e all’elusione fiscale; un adeguato finanziamento del Servizio Sanitario nazionale per permettere a tutti di curarsi; il superamento delle liste d’attesa e l’abolizione dei ticket; gli essenziali di assistenza sanitaria garantiti e uguali in tutto il Paese; gli investimenti nella medicina del territorio, nelle cure intermedie e nella domiciliarità; un paniere Istat più rappresentativo dei consumi specifici delle persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

  • Librino, in due sullo scooter con un neonato di 26 giorni nel mezzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento