Uilcom, denuncia alla Procura: inapplicata norma del decreto Sviluppo

Una denuncia alla Procura di Catania è stata presentata dal segretario della Uilcom, Giovanni Nicotra, contro la presunta "mancata applicazione della parte del decreto Sviluppo che introduce misure per limitare la delocalizzazione dei call-center"

Una denuncia alla Procura di Catania è stata presentata dal segretario della Uilcom, Giovanni Nicotra, contro la presunta "mancata applicazione della parte del decreto Sviluppo che introduce misure per limitare la delocalizzazione dei call-center".

"Ora attendiamo con fiducia gli sviluppi della situazione- dichiara il sindacalista che ha avuto un incontro al ministero dello Sviluppo economico per avere chiarimenti in merito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Registriamo, intanto, grande adesione allo sciopero nazionale di settore del 4 giugno - osserva Nicotra - e ribadiamo, comunque, l'idea che sia sterile organizzare cortei e dibattiti, se il giorno dopo ci si dimentica ciò che significa delocalizzare: i lavoratori chiedono a gran voce rispetto delle regole e tutela del posto di lavoro, ma sia chiaro come allo stato attuale - conclude il segretario della Uilcom di Catania - pure i cittadini siano gravemente minacciati dal trasloco all'estero dei call-center che rende pericolosamente incerto il trattamento dei dati sensibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento