Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Uilpensionati: "Basta polemiche tra Stato e Regioni sui Vaccini, priorità a chi è a rischio"

Così il segretario nazionale Barbagallo al direttivo Uilp catanese

“Le discussioni e le polemiche tra governo centrale e Regioni non ci appassionano. Si deve trovare una sintesi sulle cose prioritarie da fare. Serve uno sforzo comune. Prima i vaccini ci devono essere e poi devono essere somministrati in modo rapido ed efficiente a tutta la popolazione, dando priorità a chi è più a rischio, alle persone ultraottantenni, alle persone anziane, fragili, con disabilità”. Lo ha dichiarato il segretario nazionale della UilPensionati, Carmelo Barbagallo, che oggi ha concluso in videoconferenza il Direttivo UilP di Catania-Area Metropolitana. Nel corso della riunione, convocata dalla segretaria territoriale UilP Maria Pia Castiglione alla presenza della segretaria generale Uil di Catania Enza Meli, Carmelo Barbagallo ha aggiunto: “Si deve garantire che chi ha già ricevuto la prima dose di vaccino riceva anche la seconda dose, nei tempi stabiliti. Chiediamo che ci sia un programma di vaccinazioni condiviso e veloce, che ci sia conoscenza degli approvvigionamenti, che tutti i contratti siano rispettati. Solo con una vaccinazione generale di tutta la popolazione riusciremo a sconfiggere il virus e a uscire da questa drammatica crisi sanitaria, sociale ed economica”.

Aprendo il Direttivo, Maria Pia Castiglione ha citato la recente firma del “Tavolo per la Salute” con l’Azienda sanitaria locale mentre Enza Meli nel suo saluto ha tra l’altro affermato: “È importante la battaglia che la Uil, assieme ad altre organizzazioni, sta combattendo per il diritto alla salute e per dire basta alla speculazione delle grandi case farmaceutiche che vogliono decidere sulla vita e la morte degli esseri umani. È significativa anche la mobilitazione di tutte le nostre strutture per aiutare ogni cittadino, soprattutto i più fragili, ad accedere realmente al sistema vaccinale: con noi nessuno è solo e questo per noi non è soltanto uno slogan!”. La segretaria generale Uil di Catania ha anche affidato a Carmelo Barbagallo e al nuovo segretario nazionale Uil Pierpaolo Bombardieri “l’appello per una equa e utile distribuzione delle risorse del Recovery Plan perché leggiamo di finanziamenti ingenti destinati alle infrastrutture sociali per i minori, le persone con gravi disabilità e gli anziani non autosufficienti ma bisogna superare adesso la prova più dura rivendicando che gli impegni si trasformino in realizzazioni concrete”. Enza Meli ha pure ricordato “la massiccia adesione di Catania e provincia alla richiesta unitaria di una legge nazionale sulla non autosufficienza, qui più necessaria che altrove” e confermato “l’impegno della Uil perché anche nella nostra Area industriale, alla Pfizer, si producano i vaccini antiCovid come primo passo verso la nascita di una FarmaValley etnea”. Il Direttivo, infine, ha approvato all’unanimità su relazione del tesoriere Angelo Oliveri il bilancio della UilP Catania-Area Metropolitana e l’inserimento di cinque nuovi componenti nell’organismo sindacale che sono Fabiana Zuppelli, Antonino Garofalo, Michele Mastroianni, Salvo Orlando e Venerando Tancona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uilpensionati: "Basta polemiche tra Stato e Regioni sui Vaccini, priorità a chi è a rischio"

CataniaToday è in caricamento