Un arresto per frode informatica, da conti correnti on-line sottratti 60 mila euro

Le investigazioni erano state avviate a seguito della denuncia di un siracusano a cui erano stati sottratti dal suo conto corrente on-line circa 60 mila euro

La polizia postale di Catania ha denunciato un uomo di anni 39, residente a Siracusa, ritenuto responsabile di frode informatica per avere avuto accesso a conti correnti on-line acquisendo illecitamente oltre 60.000 euro.

Le indagini compiute dalla polizia hanno permesso alla Procura distrettuale di Catania di disporre perquisizione personale ed informatica nei confronti dell’indagato.

La perquisizione ha consentito di sequestrare dispositivi elettronici utili per duplicare carte di credito (skimmer, pos), computer e carte prepagate attinenti alle indagini. Inoltre, nel corso delle operazioni, è stata rinvenuta una pistola con matricola abrasa, pertanto il soggetto è stato tratto in arresto e, su disposizione del pubblico ministero della Procura di Siracusa, condotto presso la casa circondariale di quella città.

In particolare, le investigazioni erano state avviate a seguito della denuncia di un siracusano a cui erano stati sottratti dal suo conto corrente on-line circa 60.000 euro. La polizia postale svolgerà adesso gli accertamenti tecnici sul materiale informatico sequestrato per identificare ulteriori possibili vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento