Cronaca

Un sindaco fa coprire targa dedicata all'ispettore Filippo Raciti

Accade a Montefiore Conca, un piccolo comune in provincia di Rimini. La nota del sindacato autonomo di Polizia: "Siamo disgustati"

"Non c'entrava niente" secondo gli organizzatori con il contesto scenografico del presepe vivente allestito in prossimità. E così un lenzuolo ha coperto la targa dedicata all'ispettore della polizia Filippo Raciti morto nel 2007 durante gli scontri che si sono verificati prima del derby calcistico fra Catania e Palermo. A riportare la notizia è Il Giornale.it che raccoglie le doglianze del Sap, il sindacato autonomo di polizia. Accade a Montefiore Conca, un piccolo comune in provincia di Rimini nell'Emilia Romagna: "L'arena intitolata a Filippo Raciti nel 2014 dall'ex sindaco di Montefiore Conca, ha sempre ospitato il presepe vivente e la targa non è mai stata coperta. Cambia amministrazione e la nuova, a guida Pd, copre la targa con il nome del nostro collega caduto oltraggiando la sua memoria. Siamo disgustati". Aggiunge Stefano Paoloni, segretario generale del Sap: "Il collega Filippo Raciti ha sacrificato la sua vita per il bene di Paese. La targa a suo nome ha addirittura senso nel contesto nella natività per onorare la sua memoria. Un gesto più ideologico che funzionale al presepe. Quella è l'arena Filippo Raciti, dedicata a un servitore dello Stato caduto nell'adempimento del dovere. Nel mese di maggio, in occasione del nostro "Memorial Day" torneremo lì come ogni anno a ricordarlo con una cerimonia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un sindaco fa coprire targa dedicata all'ispettore Filippo Raciti

CataniaToday è in caricamento