Sant'Alfio e la cenere dell'Etna, consigliere comunale chiede stato di emergenza

Il consigliere comunale di Sant'Alfio, Renato Finocchiaro, ha inviato una nota a tutti gli Onorevoli regionali e nazionali ed ai Senatori della Repubblica, del Popolo della Libertà eletti nella Circoscrizione Sicilia 2, al fine di informarli ed attivarli ad ogni loro livello

Il consigliere comunale di Sant'Alfio, Renato Finocchiaro, ha inviato una nota a tutti gli Onorevoli regionali e nazionali ed ai Senatori della Repubblica, del Popolo della Libertà eletti nella Circoscrizione Sicilia 2, al fine di informarli ed attivarli ad ogni loro livello, a tutela dei cittadini e delle comunità colpite dalla caduta di cenere e lapilli vulcanici.

"La nota inviata, ha lo scopo di avvalorare quanto è stato già deliberato da diversi Comuni, compreso il Consiglio Comunale di Sant'Alfio che in data 27 febbraio 2013 ha realizzato un punto all'Ordine del Giorno per chiedere lo stato di emergenza per la costa Ionica etnea, compreso, quindi il territorio di Sant'Alfio", dichiara Renato Finocchiaro.

" La nuova composizione del Parlamento ha fatto si - spiega Finocchiaro -che il Pdl catanese continua ad avere un'ottima rappresentanza all'interno delle due Camere, quindi, i dirigenti del partito, devono riuscire a tutelare le aree colpite da tali eventi calamitosi e trovare dei rimedi per risolvere tale problema".

"Ad oggi la situazione locale del Comune di Sant'Alfio- concludere il capogruppo del Pdl - è veramente drammatica, sia per la salute della popolazione, costretta a respirare tale polvere vulcanica, che per un fattore economico che grava sui cittadini e su gli enti lLocali. Le zone colpite da tale evento calamitoso necessito di azioni programmatiche che non siano più di emergenza nel momento in cui si verifichino, nuovamente tali eventi" .

Di seguito la lettera inviata ai Dirigenti del PDL:

Ai Deputati del Popolo della Libertà eletti nella circoscrizione Sicilia 2

On. Antonio Martino

On. Stefania Prestigiacomo

On. Giuseppe Castiglione

On. Nino Minardo

On. Basilio Catanoso

On. Vincenzo Garofalo

Ai Senatori del Popolo della Libertà della Provincia di Catania

Sen. Vincenzo Giibino

Sen. Salvo Torrisi

Sen. Giuseppe Pagano

Ai Deputati Regionali all'A.R.S. del Popolo della Libertà della Provincia di Catania

On. Salvo Pogliese

On. Nino D'Asero

On. Marco Falcone

Gent.Mi Onorevoli e Senatori del Popolo della libertà, chi vi scrive è il Consigliere Comunale del Comune di Sant'Alfio(CT), Renato Ferdinando Finocchiaro.

A seguito delle nuove elezioni nazionali, il quadro politico regionale si è notevolmente modificato mantenendo comunque una buona rappresentanza nella nostra Provincia di Catania, in entrambe le camere.

Scrivo queste poche righe, al fine di informarvi della grave situazione che buona parte del l'hinterland etneo, vive da qualche mese a questa parte.

La nuova fase eruttiva dell'Etna sta, infatti, provocando seri danni al versante Sud-Est, che ormai, convive con la caduta di cenere e sabbia vulcanica, che causano seri danni all'economia locale, ai singoli cittadini (che sono chiamati a dover pulire a loro spese tetti e pertinenze delle abitazioni) , nonché alla salute di ogni cittadino, quotidianamente costretto a respirare tale polvere vulcanica.

Questa lettera vuole essere un ulteriore richiamo su tale problema, al fine di poter prevedere, e non correre poi a difficili azioni di emergenza, azioni di contrasto e di salvaguardia dell'economia e della salute dei cittadini.

Il Consiglio Comunale di Sant'Alfio, cui mi Onoro di farne parte, in data 27 febbraio 2013, ha deliberato un Punto all'Ordine del Giorno, al fine di informare il Governo Regionale sulle gravi necessità che i territori etnei stanno vivendo nonché al fine di creare un fondo da utilizzare in caso si verifichi tale emergenza prevedendo anche sgravi fiscali per tutti i cittadini colpiti da tale evento calamitoso.

Altri comuni, come Giarre o Fiumefreddo hanno aderito a tale deliberazione, avvalorando quindi il nostro grido di allerta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ciò che Vi chiedo a nome di tutti i cittadini delle nostre comunità è di attivarvi ad ogni livello, al fine di tutelare le popolazioni colpite e programmare azioni che non siano più di emergenza nel momento in cui tali eventi si verificano .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento