Unico teatro stabile in Sicilia, è polemica a distanza tra Catania e Palermo

Licandro "contro" Giambrone perchè giorni fa l'assessore palermitano - nominato nuovo sovrintendente della Fondazione lirica palermitana - ha avanzato l 'idea di rendere il Teatro Biondo l'unico teatro stabile siciliano secondo il Decreto Cultura dell'ex ministro Bray

E' polemica a distanza tra gli assessori alla Cultura del comune di Catania e di Palermo. Licandro "contro" Giambrone sull'indicazione di un unico teatro stabile in Sicilia. Giorni fa, infatti, l'assessore Giambrone - nominato ieri nuovo sovrintendente della Fondazione lirica palermitana - ha avanzato l 'idea di rendere il Teatro Biondo di Palermo l’unico teatro stabile siciliano secondo il Decreto Cultura dell’ex ministro Bray.

“Se un unico teatro stabile dev'esserci in Sicilia  deve essere quello di Catania e non certo il Biondo: quella di Giambrone credo sia soltanto la battuta infelice di un assessore solitamente attento”. Ha risposto l’assessore alla Cultura del Comune di Catania Orazio Licandro, sottolineando che “lo Stabile di Catania è stato il terzo a nascere in Italia dopo quelli di Milano e Genova, più di vent'anni prima di quello palermitano, e ha portato per decenni a Palermo le proprie stagioni di prosa ottenendo straordinari consensi”.

“Lo Stabile di Catania – ha aggiunto Licandro - è il teatro di Mario Giusti e Turi Ferro, di Rosina Anselmi e Ida Carrara, di Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina, Leo Gullotta e della compianta Mariella Lo Giudice. Lo Stabile di Catania, ancor oggi, nonostante la crisi, ha il doppio degli abbonati rispetto al Biondo. Quindi evitiamo di pensare a soluzioni prive di alcun senso logico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ha ragione l'assessore regionale Stancheris – ha concluso l’Assessore catanese - quando dice che la Regione può garantire i finanziamenti, ma sui debiti pregressi bisogna individuare le responsabilità. E Catania, con la sua storia e la sua orgogliosa tradizione teatrale, non può continuare a essere penalizzata da questo malinteso palermocentrismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento