“Unict aiuta chi ti aiuta”, già raccolti 60 mila euro per gli ospedali catanesi

Campagna dell'università etnea: acquistate 1800 tute protettive per gli operatori dei reparti in prima fila contro il Covid-19

La campagna “UNICT aiuta chi ti aiuta”, avviata lo scorso 27 marzo dall’Ateneo a sostegno degli ospedali catanesi impegnati contro l’emergenza Covid-19, ha già raccolto oltre 60 mila euro, grazie alle donazioni di esterni, privati, aziende e centri di ricerca che si sono aggiunte ai contributi del personale universitario.Gran parte di questi fondi sono stati già utilizzati per acquistare 1800 tute protettive per sanitari, infermieri e operatori, e una prima parte del quantitativo è stata consegnata oggi ai reparti degli ospedali Policlinico, San Marco, Garibaldi e Cannizzaro. Si tratta di tute in Tyvek, un polietilene ad alta densità termolegato, repellente ai liquidi a base acquosa e agli aerosol, che fa da barriera contro le particelle fini e le fibre, idoneo a proteggere chi opera a stretto contatto con i pazienti contagiati da Coronavirus.


La campagna di solidarietà dell’Ateneo prosegue comunque ad oltranza. Con la raccolta fondi “UNICT aiuta chi ti aiuta”, docenti, personale e studenti e tutti i cittadini possono continuare a offrire un proprio contributo per sostenere il finanziamento delle strutture ospedaliere di riferimento, in particolare per l’acquisto di dispositivi di protezione, farmaci, ventilatori polmonari e altre apparecchiature fondamentali per la cura dei pazienti affetti da Covid-19. E’ possibile fare una donazione tramite bonifico bancario all’IBAN IT96N0521616903000008092222, intestato all’Università di Catania, indicando la causale “Coronavirus”. Docenti e personale dell’Ateneo possono inoltre donare una quota semplicemente autorizzando online la trattenuta dallo stipendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento