Cronaca

UniCt, concerti e spettacoli per promuovere le immatricolazioni

Oltre trenta appuntamenti tra concerti, spettacoli teatrali, mostre e proiezioni di film, laboratori e conversazioni, in gran parte uniti dal fil rouge che sottolinea il tema delle tante "migrazioni"

Oltre trenta appuntamenti tra concerti, spettacoli teatrali, mostre e proiezioni di film, laboratori e conversazioni, in gran parte uniti dal fil rouge che sottolinea il tema delle tante "migrazioni" che caratterizzano la nostra società, e dalla volontà di avviare il dialogo interculturale, di ascoltare le voci delle periferie, di porgere la dovuta attenzione all’inclusione e al confronto.

È questo il ricco programma di “Porte aperte alla musica, al teatro, al cinema 2018”, l’ormai tradizionale rassegna di eventi dell’Università di Catania, che si svolgerà dal 20 giugno al 1° agosto, scegliendo quest’anno il significativo sottotitolo di “Dialoghi migranti”. Eventi che si rivolgono innanzitutto agli studenti e alle loro famiglie (la maggior parte dei quali a ingresso libero o con un biglietto d’ingresso dal costo simbolico), ma che intendono riaffermare il ruolo di Catania come grande città universitaria e fornire un contributo originale all’estate catanese e al tempo stesso, come ha sottolineato il rettore Francesco Basile, sostenere la campagna di promozione e di informazione “Studia con noi",

in vista dell'immatricolazione ai corsi di studio del nuovo anno accademico. "Ci rivolgiamo ai tanti studenti del liceo – ha spiegato il rettore -, per invogliarli a scegliere la nostra Università e a rimanere nella nostra città, offrendo loro una proposta culturale piacevole e valida e mostrando il nostro impegno per qualificare la formazione fino alla laurea e consolidare il percorso di accompagnamento verso il lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

UniCt, concerti e spettacoli per promuovere le immatricolazioni

CataniaToday è in caricamento