Unict, concorso sospetto: udienza di merito rinviata al 2013

Ritorna il caso del bando di concorso indetto dall'Unict per attività di didattica e ricerca in Storia Contemporanea alla facoltà di Lingue di Ragusa. Il Tar ha accolto il ricorso rinviando però tutto all'udienza di merito

Ritorna il caso del bando di concorso indetto dall'Università di Catania per attività di didattica e ricerca in Storia Contemporanea alla facoltà di Lingue di Ragusa. A vincerlo è Melania Nucifora, prima classificata con 89,3 punti. A seguire, Giambattista Scirè, con 86,45 punti. Scirè, però, chiede di accedere agli atti delle selezioni e scopre "profili di illegittimità".

Il secondo classificato, così, decide di appellarsi al Tar. Accolto il ricorso, la commissione giudicante torna a riunirsi e conferma la sua scelta. Dopo una riunione presso l'Università La Sapienza di Roma la Commissione, infatti, conferma la graduatoria e il principio secondo cui per insegnare storia contemporanea è meglio un architetto. Da qui la polemica che approda in Parlamento con un'interrogazione posta dall'onorevole democratico Paolo Corsini al ministro per l'Istruzione Francesco Profumo.“

Il Tar ha emesso una nuova ordinanza in fase cautelare sul ricorso di Scirè, integrato da motivi aggiunti. Scirè e il suo legale, infatti, contestano l'esito della riconvocazione della commissione che aveva riconfermato la sua prima decisione senza cambiare i punteggi finali. Il Tar ha accolto il ricorso rinviando però tutto all'udienza di merito, al termine della quale emetterà la sentenza.

Si legge nell'ordinanza: "Ritenuto che le esigenze cautelari della parte ricorrente, anche alla luce delle specificazioni introdotte in corso dalle parti di seguito al ricorso per motivi aggiunti, possono essere soddisfatte, ex art. 5 comma 10, mediante la fissazione dell'udienza pubblica di trattazione".

Unico problema: la trattazione di merito del ricorso è stata fissata per il 10 luglio 2013, tra un anno. Nel frattempo resta valida la decisione della commissione giudicatrice.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento