Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Unict, oltre 27 milioni di euro di investimenti per l’edilizia universitaria e la sicurezza

Saranno avviati entro il 2022 sei interventi di riqualificazione degli edifici dell’ateneo catanese grazie ad un importante cofinanziamento del Ministero dell’Università e della Ricerca

Nella foto il Palazzo Boscarino in via Gallo, sede del Dipartimento di Giurisprudenza

Saranno avviati entro il 2022 sei interventi di riqualificazione degli edifici dell’ateneo catanese grazie ad un importante cofinanziamento del Ministero dell’Università e della Ricerca. L’Università di Catania, nell’ambito di un programma di edilizia universitaria del MUR, ha ottenuto un finanziamento di quasi 12,5 milioni di euro pari al 46% dell’importo complessivo degli interventi che ammonta a 27 milioni 324 mila euro. Un cofinanziamento che premia gli sforzi della governance dell’ateneo catanese visto che nell’ambito del programma del Mur, infatti, solo le università di Napoli “Federico II”, Firenze, Bologna e Chieti-Pescara hanno ottenuto di più. All’Università di Palermo, altro ateneo siciliano in graduatoria, andranno quasi 3,5 milioni di euro. Grazie a questo finanziamento – che si somma ad altri 4 milioni di euro provenienti da un PO-Fesr Regione Siciliana – la quota a carico del bilancio dell’ateneo catanese sarà quasi 11 milioni di euro per realizzare i sei interventi già inseriti nel Piano triennale delle opere pubbliche dell’Università di Catania. Nel dettaglio saranno realizzati i lavori di riqualificazione del Palazzo Boscarino di via Gallo 24 (Dipartimento di Giurisprudenza) per un importo complessivo di 9,4 milioni di euro (4,2 a carico del Mur, 1,2 dell’ateneo e altri 4 dal PO-Fesr Regione Siciliana per la riqualificazione energetica) e dell’Edificio 2 della Cittadella universitaria (Dipartimento di Scienze del farmaco e della salute per un importo complessivo di 5,2 milioni di euro (2,4 a carico del Mur, 2,8 dell’ateneo). Previsti anche gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza dell’edificio di via Ramondetta del Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali per un importo di quasi 2,2 milioni di euro (1 a carico del Mur, quasi 1,2 dell’ateneo) e di riqualificazione e messa a norma dei laboratori del dipartimento di Scienze Chimiche della Cittadella universitaria per un importo di 4,1 milioni di euro (1,9 a carico del Mur, 2,2 dell’ateneo). Saranno realizzati anche due interventi di adeguamento: delle acque meteoriche della Cittadella universitaria per un importo di 1,75 milioni di euro (784mila euro a carico del Mur, 966mila dell’ateneo) e degli impianti antincendio alla normativa vigente per un importo di 4,7 milioni di euro (2,1 a carico Mur, 2,6 dell’ateneo). In quest’ultimo caso gli interventi interesseranno alcuni edifici della Cittadella universitaria (Polifunzionale, Didattica e Laboratori di Ingegneria e i dipartimenti di Architettura e Matematica), Palazzo delle Scienze in Corso Italia e Palazzo Fortuna in Corso delle Province.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unict, oltre 27 milioni di euro di investimenti per l’edilizia universitaria e la sicurezza

CataniaToday è in caricamento