Unict: rapinatori a Villa Cerami, colpi di pistola tra gli studenti

Ieri mattina, sei rapinatori con i volti coperti da caschi e passamontagna, sono entrati nella facoltà di Giurisprudenza di Catania, in villa Cerami, per portare via il bancomat

Ieri mattina, sei rapinatori con i volti coperti da caschi e passamontagna, sono entrati nella facoltà di Giurisprudenza di Catania, in villa Cerami, per portare via il bancomat incorporato in un totem.

All'interno della facoltà, il panico. Quando, infatti, il commando di rapinatori è entrato, erano presenti studenti e impiegati. All'uscita dei rapinatori, la polizia ha sparato dei colpi di pistola in aria. I rapinatori sono stati bloccati dalla squadra mobile: cinque subito e un sesto dopo un inseguimento.

Su Facebook, anche i racconti di qualche studente presente: " Praticamente stavamo studiando in terrazza quando una ragazza è arrivata dicendoci che c'era una rapina in corso e che forse stavano rubando degli archivi(la ragazza non è di giurisprudenza non aveva idea che ci fosse un bancomat lì) così noi siamo andati a vedere, ed abbiamo visto che c'era un Suv posteggiato proprio sulle scale dell'uscita di via gallo con il cofano aperto, e dei tizi incappuciati ed uno addirittura col casco. Così torniamo in terrazza dando la notizia ed usciamo tutti dall'entrata principale e tempo 2 minuti sentiamo arrivare macchine moto ed agenti della Polizia con la pisctola in mano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento