menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unict, via Androne: studiare tra vecchi edifici e aule scomode

In risposta al decreto del fare, che prevede fondi destinati all'edilizia scolastica, CataniaToday ha iniziato un giro nei vari edifici universitari per evidenziare gli interventi più urgenti. Prima tappa: scienze biologiche

In risposta al decreto del fare, varato dal Consiglio dei Ministri, che prevede fondi destinati all'edilizia scolastica, CataniaToday ha iniziato un giro dei vari edifici universitari e scolastici per evidenziare quelli che necessitano di interventi più urgenti. Prima tappa: università di scienze biologiche

Il plesso situato in via Androne 81 ospita vari dipartimenti tra cui: biologia animale, microbiologia, scienze biochimiche e scienze biomediche.

Muri scrostati e strutture piuttosto vecchie: è il primo impatto che si riesce a percepire una volta entrati. A questo si aggiungono le numerose scritte che imbrattano le pareti e rendono fatiscente l'immagine complessiva della sede universitaria.

Alcune aule hanno sedie e banconi in legno. Come afferma Marco, studente di Medicina che segue spesso lezioni in Via Androne, "Stare due ore seduti in queste strutture risulta essere molto faticoso".

A questo si aggiungono altri piccoli disagi, come dichiara Federica, iscritta al corso di scienze biologiche: "La distanza tra i sedili e la panca in legno dove poggiarsi è troppa: prendere appunti non è semplice". "Inoltre - conclude Federica - anche il microfono dal quale il professore spiega a volte è guasto: in questa maniera seguire la lezione dagli ultimi posti diventa quasi un'impresa"

Sicurezza e aula studio le altre due questioni sollevate dagli stessi studenti. La presunta assenza di una vigilanza all'ingresso di Via Androne, ha ridotto l'orario di apertura dell'aula studio. "Una volta era accessibile fino a tarda serata - spiegano i ragazzi - mentre ora, con l'assenza di controllo, quasi sempre resta chiusa a partire dal primo pomeriggio".

A vedere le dimensioni dell'aula studio in questione, lo spazio è piuttosto piccolo e molte sedie sono distrutte. Per questi motivi gli stessi ragazzi decidono di spostarsi in Via Oberdan, ma lì "Quasi sempre è difficile trovare posto" sentenziano gli studenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento