rotate-mobile
Cronaca

L'Unione Italiana Ciechi compie un secolo: festeggiamenti a Catania

Le celebrazioni del centenario inizieranno domani, 21 febbraio, a Catania in concomitanza con la XIII Giornata nazionale del Braille

L'Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) compie 100 anni. Un secolo dedicato a portare il tema della disabilità visiva al centro dell'interesse pubblico e favorire una presa di coscienza sempre più profonda e concreta per creare pari opportunità per tutti. Le celebrazioni del centenario inizieranno domani, 21 febbraio, a Catania in concomitanza con la XIII Giornata nazionale del Braille con un grande evento inaugurale che toccherà i temi chiave dell'autonomia e dei diritti dei non vedenti. L'evento avrà un focus anche sul codice Braille, il sistema universale che ancora oggi permette alle persone con disabilità visiva di tutto il mondo di scrivere e leggere in totale autonomia e libertà. L'iniziativa resterà in corso a Catania fino a sabato 22 per poi proseguire il suo cammino lungo la penisola da sud a nord.

Le prossime tappe saranno Catanzaro, Potenza, Bari via via risalendo fino all'evento conclusivo a Genova il 24 ottobre. Il centenario vuole essere innanzitutto un'occasione per condividere i valori di dignità, inclusione e uguaglianza - alla base dell'impegno dell'Uici - si legge in una nota - che nell'arco di un secolo ha promosso il processo di emancipazione delle persone con disabilità visiva, grazie a una panoramica sulle eccellenze nazionali in termini di strumenti, servizi, progetti e buone pratiche nel campo dell'istruzione del lavoro, della mobilità e dell'indipendenza, con una particolare attenzione ai progressi delle nuove tecnologie e soprattutto alla pluridisabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unione Italiana Ciechi compie un secolo: festeggiamenti a Catania

CataniaToday è in caricamento