Università, appello Cgil: ecco la risposta di Enrico Iachello

Dopo la conferenza stampa di Lunedì alla Camera del Lavoro etnea, il sindacato era stato esplicito: "i candidati al rettorato esprimano le loro intenzioni sui punti chiave del confronto". Ecco la risposta

L'appello lanciato dalla Cgil è stato diretto: occorre un incontro tra candidati al rettorato e opinione pubblica. Necessario un "cambio di passo" - stando sempre alle parole del sindacato - per dare una sterzata rispetto alla situazione attuale. Una la richiesta più importante: la sospensione delle "Linee guida comportamentali", che il 28 Settembre sono state emanate dal CDA dell'Università di Catania, presieduto dall'attuale rettore Antonino Recca.

Le elezioni per la carica del nuovo rettore dell'Università di Catania, si terranno a Febbraio. I candidati al momento sono: Giacomo Pignataro, Giuseppe Vecchio, Vittorio Calabrese ed Enrico Iachello. Quest'ultimo ha risposto così all'appello della Cgil:

"In riferimento all'invito della CGIL, pubblicato dagli organi di stampa di oggi, osservo quanto segue. Ho sempre sostenuto (e praticato da preside) che l'Università debba stabilire un rapporto costante con il territorio in cui opera e quindi con le forse sociali, imprenditori e sindacati, con le scuole, ma anche con il variegato mondo dell'associazionismo civile e culturale e del volontariato. Lo testimoniano le numerosissime iniziative di carattere sociale e culturale che la facoltà di Lettere e filosofia da me presieduta ha intrapreso in collaborazione con i licei della città, con le istituzioni culturali (dal Teatro Stabile al Bellini, alla Biblioteca Regionale, alla Biblioteca civica Ursino Recupero), ai club service.

Mi piace ricordare la 'cena con gli immigrati' che nel periodo natalizio abbiamo offerto (a spese dei docenti della Facoltà, e non con risorse pubbliche) in collaborazione con il Comune ai rappresentanti delle comunità di immigrati, o - nello stesso periodo - 'l'albero della solidarietà', raccolta di cibo, in collaborazione con la Caritas. Li cito perché, insieme alle attività culturali, testimoniano un forte impegno civile nel territorio. Io credo che, nella drammatica situazione di crisi, l'Università debba siglare un 'patto con il territorio' e qualificarsi sempre più come una risorsa per il territorio. Questo, del resto, lo spirito della mia lettera aperta al Presidente della Regione, che contiene precise proposte, direi 'offerte', di collaborazione. Di più: la nostra offerta formativa deve essere razionalizzata e calibrata a partire dai concreti bisogni del nostro territorio e quindi deve emergere non solo da un dibattito interno alle strutture accademiche ma  da un confronto con gli attori territoriali. L'ho praticato nei confronti con le scuole, vorrei diventasse una pratica diffusa e più ampiamente coinvolgente.

Per quel che mi riguarda, l'appello della CGIL, quindi,  sfonda - per così dire - una porta aperta. Per quanto riguarda gli ulteriori problemi sollevati (stabilizzazioni, pagamento ricercatori), ho avuto modo di esprimermi pubblicamente e ribadisco che ho partecipato, da senatore accademico e ora da consigliere di amministrazione, all'avvio e al consolidamento dei processi di stabilizzazione; sui ricercatori occorre dire che ho anche io elaborato la proposta di destinare un fondo per l'attività di ricerca destinato ai ricercatori, a 'bilanciamento' dell'impegno gratuito per parte dell'attività didattica dagli stessi svolta. Nella situazione attuale non c'era alternativa: pagare integralmente significava chiudere molti corsi di laurea. I ricercatori, nella stragrande maggioranza, hanno accettato, con grande spirito di sacrificio e senso di responsabilità istituzionale, e infatti i corsi di laurea si stanno svolgendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto poi alle cosiddette 'linee guida', al riguardo non può sfuggire che il 'depotenziamento' del rettore, a cui compete l'avvio dei provvedimenti disciplinari, di fatto le ha già sospese. Solo in casi di estrema e palese gravità il rettore, in questa delicata fase che precede l’elezione del nuovo rettore, avvierà procedimenti disciplinari. D’altro canto, avendo già chiarito che tali ‘linee guida’ non rappresentano, a mio avviso, l’intenzione dell’ateneo di schierarsi contro la libertà di espressione, ma soltanto un invito a lasciare operare in serenità i colleghi a cui è stato democraticamente affidato l’ingrato compito di sedere nel collegio disciplinare (in linea con quanto ho sempre sostenuto, a tutela dell’autonomia della magistratura e della democrazia in generale, allorquando alcuni politici hanno provato a condizionare l’esito dei processi a loro carico con strumenti ‘impropri’), e avendo appurato che tale interpretazione delle ‘linee guida’ trova pacifico e pieno accoglimento da parte della comunità universitaria, non ho alcuna difficoltà oggi a valutarne la sospensione, fermo l’auspicio – che verrà sottoposto con fermezza dal nostro ateneo all’attenzione del Governo nazionale – che venga prontamente rivista la previsione della legge 240/2010, che ha spostato in capo ai singoli atenei la competenza disciplinare, la quale va restituita al CUN, come richiesto anche dalle organizzazioni sindacali."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento