Università: arriva lo sportello informativo per gli alloggi privati

Diminuisce la disponibilità di posti letto dell'Ersu per i trentamila studenti fuori sede dell'Università. Arriva, dalla Cisl, uno "sportello" informativo per gli alloggi privati e il loro iter burocratico

Residenze Universitarie

Diminuisce la disponibilità di alloggi dell’Ersu per i trentamila studenti fuori sede dell’Università di Catania: 710 nel 2011 rispetto ai 780 dell’anno precedente.

La sempre minor disponibilità di posti letto, per gli studenti universitari, aumenta la necessità di rivolgersi al mercato privato; dove è sempre più difficile pretendere legalità e trasparenza. Inoltre, pochi sanno, che, in caso di affitti irregolari, famiglie e studenti diventano “complici” e possono rispondere per la loro parte in tutte le sanzioni previste dalla legge. Contratti regolari e dichiarati tutelano tutti, sia gli inquilini sia i proprietari

Per assistere e informare sui contratti d’affitto privati, l’Associazione Giovani Cisl etnea ha rinnovato la convenzione con il Sicet e il Caf, sotto l’egida della Cisl catanese. Uno “sportello” informativo funzionerà ogni martedì e giovedì, dalle 10 alle 13, in via Crociferi 43.

Gli studenti e le loro famiglie vi troveranno i giovani della Cisl e gli esperti del Sicet e del Caf che li indirizzeranno a stipulare contrati regolari d’affitto, la corretta determinazione del canone, la registrazione del contratto, la scelta del regime fiscale più favorevole.

"È una sinergia tra i servizi Cisl – spiega Alfio Giulio, segretario generale della Cisl etnea – con l’attività di volontariato dei Giovani che si rinnova anche quest’anno, per fornire un aiuto alle famiglie che devono anche affrontare gli effetti della crisi ma non vogliono rinunciare a far godere del diritto allo studio i propri figli. È anche un contributo alla legalità e alla trasparenza, due virtù che a Catania vanno alimentate sotto ogni punto di vista".

Le agevolazioni previste dalla legge sono la detrazione del 19 per cento per lo studente e l’abbattimento del reddito fino al 40 per cento per i proprietari.

Per Oriana Abate, presidente dell’Associazione Giovani Cisl "la carenza di servizi abitativi è una pesante limitazione al diritto allo studio, l’obiettivo che ci poniamo è di fornire la più ampia informazione per combattere l’evasione fiscale e aiutare famiglie e studenti a muoversi nel campo dei fitti valorizzando la legalità e tutelando i giovani nella società in tutti gli aspetti che li riguardano".

L’iniziativa sarà diffusa nelle facoltà anche dalle associazioni studentesche universitarie Nike e Orbis.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento