Università, associazioni Arcadia e Nike: "Decurtazione di 300 euro sulla prossima rata"

La proposta delle associazioni degli studenti per venire incontro a chi è in difficoltà

L'emergenza coronavirus ha colpito migliaia di famiglie siciliane e, di riflesso, anche gli studenti. Per queste ragioni le associazioni Universitarie Arcadia e Nike, nei giorni scorsi hanno chiesto agli organi competenti dell'università di Catania di aiutare gli studenti in difficoltà che ne fanno richiesta, producendo opportune documentazioni che esulano dall’ISEE, attraverso una decurtazione di almeno 300€ sul pagamento della III rata.

In un momento del genere, secondo le associazioni, l’Isee non è un parametro affidabile, poiché ci sono famiglie che prima dell’emergenza sanitaria non avevano problemi di natura economica mentre oggi, a due mesi dalla chiusura imposta per ragioni di salute, possono avere più di qualche difficoltà. 

"Con questa richiesta  - spiegano le associazioni - pensiamo agli studenti le cui famiglie si trovano a gestire o lavorare presso aziende che hanno dovuto sospendere i processi produttivi, negozi che sono rimasti chiusi, bar o ristoranti che oggi vedono un futuro incerto e a tutte le attività e ai loro lavoratori che sono stati travolti da questa emergenza che ha cambiato il nostro modo di vivere".

Alessandro Guastella, Senatore Accademico dell’Università degli Studi di Catania e membro dell’Associazione Arcadia e Giuseppe La Porta Coordinatore della stessa associazione affermano che la richiesta ha come obbiettivo quello di sostenere quegli studenti meritevoli e diligenti, affinché possano ricevere un sostegno oggi dall’Università anche se questa non è tenuta a concederlo in quanto non deve sostituirsi al Governo Nazionale o Regionale ma potrebbe decidere di lanciare un segnale forte andando a riconoscere e premiare il merito con queste iniziative, mostrando vicinanza ai suoi studenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fanno eco Giuseppe Trovato e Damien Bonaccorsi, rispettivamente Coordinatore dell'Associazione Nike e rappresentante al Nucleo di Valutazione dell'Università di Catania e membro della stessa Associazione. "La nostra proposta, infatti, si inserisce all'interno di una logica per noi molto importante: il nostro ateneo non è tra gli organi preposti al sostegno del reddito ma si presenta all'interno della provincia e della regione Siciliana come l'ente di cultura e di formazione più importante, e come tale non può esimersi dal dare un contributo forte di sostegno a tutte le famiglie che vertono in situazioni di difficoltà economica e agli studenti che si caratterizzano per il merito durante il loro percorso universitario."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • “Freedom Oltre il confine” dedica parte della prossima puntata a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento