Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

"Università Bandita", rinviati a giudizio 2 ex rettori e 7 docenti ma "cade" l'associazione a delinquere

Il gup Marina Rizza, ha rinviato a giudizio i nove docenti ma vi è stato il proscioglimento dal reato associativo. Prima udienza sarà il prossimo 10 maggio

Nove docenti dell'università etnea rinviati a giudizio ma per le difese c'è già una "mezza vittoria", infatti per gli imputati è "caduto" il reato di associazione per delinquere. L'inchiesta "Università Bandita" aveva scosso le fondamenta del sistema universitario puntando il dito su diversi concorsi che, secondo le accuse, erano truccati e pilotati. Il gup Marina Rizza ha contestato all'ex rettore Francesco Basile e al professore Filippo Drago la corruzione per atti contrari ai propri doveri, mentre  - come detto - ha disposto il non luogo a procedere per il reato di associazione per delinquere e derubricato in abuso d'ufficio la turbata libertà di scelta del contraente. Gli imputati saranno quindi l'ex rettore Giacomo Pignataro e l'ex rettore Francesco Basile e, complessivamente, sette professori: Giuseppe Barone, Michele Maria Bernadetta Cavallaro, Filippo Drago, Giovanni Gallo, Carmelo Giovanni Monaco, Roberto Pennisi e Giuseppe Sessa. Con la stessa valutazione sulla richiesta di rinvio a giudizio, il gup Rizza ha assolto dall'associazione per delinquere e da due episodi di turbata libertà di scelta del contraente il professore Giancarlo Magnano di San Lio, che ha scelto il rito abbreviato, e lo ha condannato a un anno e due mesi, pena sospesa, per abuso d'ufficio. La prima udienza del processo sarà il prossimo 10 maggio presso la terza sezione penale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Università Bandita", rinviati a giudizio 2 ex rettori e 7 docenti ma "cade" l'associazione a delinquere

CataniaToday è in caricamento