rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

"Università Bandita", rinviati a giudizio 2 ex rettori e 7 docenti ma "cade" l'associazione a delinquere

Il gup Marina Rizza, ha rinviato a giudizio i nove docenti ma vi è stato il proscioglimento dal reato associativo. Prima udienza sarà il prossimo 10 maggio

Nove docenti dell'università etnea rinviati a giudizio ma per le difese c'è già una "mezza vittoria", infatti per gli imputati è "caduto" il reato di associazione per delinquere. L'inchiesta "Università Bandita" aveva scosso le fondamenta del sistema universitario puntando il dito su diversi concorsi che, secondo le accuse, erano truccati e pilotati. Il gup Marina Rizza ha contestato all'ex rettore Francesco Basile e al professore Filippo Drago la corruzione per atti contrari ai propri doveri, mentre  - come detto - ha disposto il non luogo a procedere per il reato di associazione per delinquere e derubricato in abuso d'ufficio la turbata libertà di scelta del contraente. Gli imputati saranno quindi l'ex rettore Giacomo Pignataro e l'ex rettore Francesco Basile e, complessivamente, sette professori: Giuseppe Barone, Michele Maria Bernadetta Cavallaro, Filippo Drago, Giovanni Gallo, Carmelo Giovanni Monaco, Roberto Pennisi e Giuseppe Sessa. Con la stessa valutazione sulla richiesta di rinvio a giudizio, il gup Rizza ha assolto dall'associazione per delinquere e da due episodi di turbata libertà di scelta del contraente il professore Giancarlo Magnano di San Lio, che ha scelto il rito abbreviato, e lo ha condannato a un anno e due mesi, pena sospesa, per abuso d'ufficio. La prima udienza del processo sarà il prossimo 10 maggio presso la terza sezione penale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Università Bandita", rinviati a giudizio 2 ex rettori e 7 docenti ma "cade" l'associazione a delinquere

CataniaToday è in caricamento