Università, incontro con gli studenti sulle irregolarità ai test di Medicina

Dopo i dibattiti di Bari e Foggia, anche a Catania si discuterà dei grossi errori organizzativi nello svolgimento dei test d’accesso. La RUN sceglie di scendere a fianco delle aspiranti matricole per ribadire il loro diritto allo studio e denunciare le incresciose irregolarità ai test

Nessun controllo all’entrata, candidati in possesso di smartphone e supervisori in numero insufficiente. Sono solo alcune delle irregolarità verificatesi lo scorso 4 settembre ai Test d’ingresso a Medicina di Catania. Per discuterne con gli studenti e le loro famiglie, la RUN – Rete Universitaria Nazionale organizza un incontro-dibattito, domani martedì 22 settembre alle ore 17, al Centro Culture Zo, in Piazzale Asia 6.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo i dibattiti di Bari e Foggia, anche a Catania si discuterà dei grossi errori organizzativi nello svolgimento dei test d’accesso. La RUN sceglie di scendere a fianco delle aspiranti matricole per ribadire il loro diritto allo studio e denunciare le incresciose irregolarità ai test. Ad intervenire all’incontro saranno il Portavoce Nazionale RUN Rebecca Ghio e l’avvocato Francesco Leone, che sta portando in giro per l’Italia “Il Tour dei Diritti”, iniziativa volta a raccogliere le testimonianze degli studenti e verificarne la fondatezza nell'ipotesi di contenzioso amministrativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento