Università, torna FameLab a Catania: il ‘talent’ per aspiranti divulgatori scientifici

L’Università di Catania sarà nuovamente sede delle selezioni locali in cui i giovani ricercatori si sfideranno per comunicare al pubblico, in appena 180 secondi, un argomento scientifico

Tre minuti per conquistare giudici e pubblico parlando di un tema scientifico da raccontare con passione e chiarezza, precisione e carisma. Tutto questo, ma non solo, è “FameLab”, il primo talent della scienza, la competizione internazionale di comunicazione scientifica per giovani ricercatori e studenti universitari che dal 13 al 28 febbraio prossimi farà tappa, per il terzo anno consecutivo, all'Università di Catania. Dopo il successo degli etnei nelle due edizioni nazionali precedenti – Ivana Di Bari seconda a FameLab 2018, mentre nel 2017 i due scienziati etnei Riccardo Giovanni Urso e Luca Vanella sono approdati in finale - l’Università di Catania sarà nuovamente sede delle selezioni locali in cui i giovani ricercatori si sfideranno per comunicare al pubblico, in appena 180 secondi, un argomento scientifico. I primi due classificati delle 10 selezioni locali - Ancona, Bari, Catania, Firenze, Foggia, Genova, L’Aquila, Lecce, Pavia, Perugia, Roma e Trieste – accederanno alla Masterclass (un workshop di formazione in comunicazione della scienza che si svolgerà a Perugia dal 12 al 14 aprile) e alla finale nazionale del concorso in programma a Milano a maggio 2019. Il vincitore italiano si confronterà con 30 concorrenti di altrettanti Paesi del mondo nella finalissima del concorso FameLab International 2019 a Cheltenham in Gran Bretagna tra il 6 e il 9 giugno 2019. L'evento - ideato da Cheltenham Festivals e promosso a livello mondiale dal British Council in 30 differenti Paesi - è organizzato in Italia da Psiquadro in collaborazione con il British Council Italia. Le tappe di Fame Lab Catania: mercoledì 13 febbraio la MiniMasterclass; lunedì 18 febbraio il FameLab Edu al dipartimento di Fisica e Astronomia; lunedì 25 febbraio la prima semifinale nell’aula magna del dipartimento di Matematica e Informatica; martedì 26 febbraio la seconda semifinale nell’aula magna del dipartimento di Scienze biomediche e biotecnologiche (Torre Biologica); giovedì 28 febbraio la finale nell’aula magna del dipartimento di Agricoltura, Alimentazione, Ambiente (Polo Bioscientifico). La selezione è coordinata dall’Università di Catania in collaborazione con INAF – Osservatorio Astrofisico di Catania, i Laboratori Nazionali del Sud e la sezione di Catania dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR, Piano Lauree Scientifiche, il Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia, la Scuola Superiore di Catania, Young Minds Catania, l’Accademia Italiana per la Promozione della Matematica. I Media Partner sono Radio Zammù e Zammù TV. Tutte le informazioni per candidarsi sono pubblicate sul sito internet dell’Università di Catania, www.unict.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento