Urbanistica, rubato il registro dei progetti delle concessioni edilizie

Presentata una denunzia ai Carabinieri. Bianco: “Fatto molto grave che segnala il clima pesante anche nel settore dell’Urbanistica, stimolo a proseguire nella difficile opera di legalità e trasparenza per cui siamo impegnati”

Il registro prelevamento dei progetti di Concessione Edilizia è stato trafugato da ignoti negli uffici della Direzione Urbanistica del Comune di Catania di via Biondi 8, un documento importante che racchiude tutti i movimenti dei fascicoli concessori degli ultimi quarant’anni.  

Su disposizione del sindaco Bianco e dell’assessore Di Salvo il responsabile della Direzione Comunale Urbanistica Architetto Gabriella Sardella ha presentato un circostanziato esposto-denunzia al Comando dei Carabinieri di Catania: “Un fatto di assoluta gravità -ha detto il sindaco Enzo Bianco appena informato dell’accaduto- che segnala ancora una volta il clima in cui siamo costretti a operare insieme a dirigenti e funzionari nella difficile opera di tessitura della legalità anche nel delicatissimo settore dell’Urbanistica. Tanto più  -ha aggiunto il primo cittadino- che il registro rubato è a utilizzo esclusivo del personale interno. Anche per questo ho dato mandato all’assessore Di Salvo perché vengano avviate approfondite indagini anche interne. Ovviamente tutto questo non solo non ci intimidisce ma anzi è uno stimolo ulteriore a proseguire nella difficile opera  di legalità e trasparenza per cui siamo impegnati”.

In pratica con l’assenza del registro non potranno essere più ricostruiti le consegne e i passaggi dei fascicoli nell’archivio dei progetti creando così un vulnus che ha gravi ripercussioni sui movimenti  e le consegne degli stessi fascicoli. Ciò impedirà di risalire a una serie di informazioni particolarmente delicate.

”Siamo di fronte -ha spiegato Di Salvo-  a un nuovo episodio di furto di documenti negli uffici dell’Urbanistica, quest’ultimo particolarmente rilevante sotto il profilo procedurale che non può passare sotto silenzio perché tenta di intaccare il nostro lavoro di ripristino delle regole. Saremo inflessibili, ancora di più se necessario, ma respingiamo al mittente ogni tentativo di ostacolare la nostra azione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento