Tenta furto in un laboratorio di analisi: incastrato dall'impronta digitale

La polizia scientifica ha rilevato sulla finestra oggetto di effrazione, una traccia dattiloscopica già presente nella banca dati

Nella giornata di oggi il personale delle volanti ha denunciato D.A.F., del 1977.per il reato di tentato furto aggravato. Gli agenti in servizio, tramite la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, ha accertato il tentativo di furto ai danni di un laboratorio di analisi a opera di un individuo che, dopo aver forzato una finestra, ha fatto ingresso nei locali per poi allontanarsi senza portare via nulla. Grazie ad un’attenta attività di sopralluogo effettuata dalla locale Polizia Scientifica è stata rilevata sulla finestra oggetto di effrazione un’impronta digitale già presente nella banca dati in dotazione alle forze di Polizia e riferibile al pregiudicato D.A.F; il predetto, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento