USB chiede lo sblocco del decreto ministeriale sugli Ex Lsu-Ata

Due presidi a Catania che hanno riguardato le lavoratrici e i lavoratori delle scuole pubbliche

Si è svolto anche a Catania lo sciopero nazionale indetto dall’USB, indetto per mercoledì 11 e giovedì 12 settembre, e che ha riguardato le lavoratrici e i lavoratori  delle scuole pubbliche del comparto Ex LSU-ATA e anche Appalto Storico. Prima un presidio in piazza dell'Università e poi in prefettura dove, una delegazione USB composta da Orazio Vasta, rappresentante della Federazione USB Catania, Mariella Dell'Ali, delegato USB Appalti storici Scuola, e Carmela Attardo, da oltre 20 anni lavoratrice nella scuola con appalti esterni è stata ricevuta dalla viceprefetto Pergolizzi che è stato particolarmente attento e sensibile.

I sindacalisti hanno rivolto una richiesta d'intervento presso il governo nazionale per sbloccare l'emanazione del Decreto interministeriale che interessa circa 16 mila lavoratrici e lavoratori del settore.

''L' emanazione del decreto interministeriale, previsto dalla Legge di Bilancio del 2018 - ha fatto notare la delegazione - sancirebbe la fine del sistema degli appalti delle pulizie nelle scuole pubbliche statali e l’assunzione degli Ex Lsu - Ata e Appalti Storici negli organici degli istituti già dal 1° gennaio 2020".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia dei carabinieri, 38 arresti: nuovo colpo al clan Santapaola-Ercolano

  • In manette i "broker" della droga sotto il segno del Malpassotu e dei Santapaola

  • Blitz antimafia contro Cosa nostra etnea, i nomi degli arrestati

  • Mafia dei Nebrodi e i rapporti con i Santapaola: arresti anche a Catania

  • Violati i sigilli al laboratorio dell'Etoile d'Or: nuova ispezione e chiusura del bar

  • Blatte e sporcizia nel laboratorio del bar "Etoile d'Or" di via Dusmet

Torna su
CataniaToday è in caricamento