Cronaca Aci Castello

Usb sul lido dei Ciclopi: "E' bene confiscato alla mafia, vogliamo incontrare cda"

La sigla sindacale interviene con una nota sulla gestione del bene

E' sulla situazione del lido dei Ciclopi che è intervenuta, con una nota, la sigla sindacale Usb.

"In riferimento ai recenti articoli apparsi sulla stampa riguardanti la situazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Lido dei Ciclopi , in modo particolare di quelli del comparto con contratti a tempo determinato, "gli stagionali", cogliiendo favorevolmente la "sorpresa" dell'intervento pubblico sulla questione di chi, come la Cgil al completo, in questi ultimi anni è stata totalmente assente, denunciamo senza mezzi termini lo stato di salute del Lido dei Ciclopi  e l'amministrazione privatistica condotta dal CdA, emanazione dell'Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata", scrive il sindacato.

L'Usb lamenta di non aver conosciuto, tramite il cda, il piano industriale aziendale: "Intanto, il  silenzioso CdA, nella stagione banleare da poco finita, ha accentuato la propria volontà, in modo chiaro e forte, di eliminare il comparto stagionale e sostituirlo con le agenzie private. Così facendo, il CdA elimina gli stagionali e interrompe la continuità lavorativa. Di conseguenza alcune/i  lavoratrici e lavoratori che da anni e anni hanno lavorato al Lido saranno eliminati".

Diverse le scelte finite nel "mirino" del sindacato che richiede un immediato incontro con il CdA del Lido e con il sindaco del comune di Acicastello, perchè la questione legata al Lido non può essere affrontata senza affrontare la legittima soluzione definitiva del ricongiungimento del lungomare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usb sul lido dei Ciclopi: "E' bene confiscato alla mafia, vogliamo incontrare cda"

CataniaToday è in caricamento