Vandalizzata la stazione meteorologica di Vizzini

La stazione meteorologica di Vizzini, installata il 6 dicembre scorso dal dipartimento della Protezione civile della Presidenza della Regione Siciliana, è stata vandalizzata rendendola inservibile

foto archivio

La stazione meteorologica di Vizzini, installata il 6 dicembre scorso dal dipartimento della Protezione civile della Presidenza della Regione Siciliana, è stata vandalizzata rendendola inservibile. "Il Dipartimento - dice Giuseppe Basile, dirigente del servizio Rischio idraulico e idrogeologico/centro funzionale decrentrato-idro - è impegnato nella realizzazione dell'integrazione della rete meteorologica regionale che comporta l'installazione di 264 impianti distribuiti su tutto il territorio regionale. E' un'infrastruttura di grande importanza pensata per la previsione e la prevenzione dei rischi correlati ai fenomeni meteorologici e, quindi, necessaria a salvaguardare l'incolumità di tutti". Le nuove stazioni meteorologiche, finanziate con fondi dell'Unione Europea, rilevano e trasmettono, con un sistema radio e Gsm, i dati relativi a pioggia, temperatura, umidità e, in ragione del loro posizionamento, anche a vento e neve. Dal Dipartimento sottolineano come "la distruzione di una stazione di rilevamento, oltre che un grave danno economico è un atto che procura un grave danno al sistema complessivo di rilevamento e non tiene conto dell'impegno di quanti credono nel bene pubblico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento