Venezia-Catania: il volo “dura” 14 ore, odissea infinita per i passeggeri

A rendere nota la vicenda è il Codacons che ha raccolto la segnalazione di una delle passeggere del volo della Wind Jet che invece di partire alle ore 22 del 24 giugno è decollato il giorno successivo alle 11,30

Un volo della durata media di due ore da Venezia a Catania è diventato un‘odissea di ben 14 ore per i suoi passeggeri. E’ la disavventura capitata ai viaggiatori che dalla città veneta dovevano raggiungere Catania e invece sono rimasti bloccati nello scalo Marco Polo per una serie di cancellazioni e di ritardi.

A rendere nota la vicenda è il Codacons che ha raccolto la segnalazione di una delle passeggere del volo della Wind Jet che invece di partire alle ore 22 del 24 giugno, come previsto, è decollato il giorno successivo alle 11,30, atterrando a Catania-Fontanarossa con oltre 14 ore di ritardo.

La lunga attesa ha stremato i malcapitati passeggeri non soltanto per il clamoroso ritardo, ma soprattutto per i continui cambi di programma sulla partenza, annunciati con uno stillicidio di informazioni  ai passeggeri.


LA VICENDA - Il volo, inizialmente previsto per le 22, è stato posticipato alle 22,40 pochi giorni prima della partenza, con un sms inviato ai possessori del biglietto. Al momento del ceck in, i passeggeri hanno appreso che il volo era stato spostato all’1,20 e che sarebbe stato dirottato su Palermo, dove poi un pullman li avrebbe  portati a Catania. Cambiamento di destinazione non confermato né smentito dal call center della compagnia aerea. Nell’attesa di informazioni, la Wind Jet ha annunciato agli ormai esausti passeggeri, in attesa da ore, che il volo era stato cancellato e che avrebbe offerto loro alloggio per la notte. A quel punto, la partenza è stata rimandata alle 9,30 del giorno successivo. Dopo qualche ora in albergo, i passeggeri si sono ripresentati in aeroporto per la partenza, ma hanno dovuto attendere altre due ore, fino alle 11,30, prima di poter finalmente partire per Catania, dove sono atterrati solo alle 12,20.

RISARCIMENTO - Il Codacons, fa sapere, che “si attiverà  per procedere alle conseguenti richieste di risarcimento per i disagi subiti, per tutti quei passeggeri che segnaleranno la loro partecipazione alla disavventura al numero di telefono  3427709628. Essenziale, è a tal fine -  conclude l’associazione dei Consumatori – la conservazione della carta d’imbarco”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento