menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestro Abate, timore per gli stipendi non pagati

La decisione di fatto cristallizza la vertenza per i 450 lavoratori catanesi, su cui ricadranno conseguenze importanti

Con il sequestro cautelativo e la nomina di due custodi, la crisi del Gruppo Abate è precipitata vertiginosamente. La decisione di fatto cristallizza la vertenza per i 450 lavoratori catanesi, su cui ricadranno conseguenze importanti.

"Nei mesi scorsi - spiega Davide Foti, segretario generale Filcams Cgil - erano stati infatti chiusi accordi con il Gruppo Arena, Ergon e Rocchetta, e a breve avremmo definito l’ultimo passaggio di lavoratori verso la MD, che ora sembra bloccato. Insieme alle altre sigle sindacali, stiamo richiedendo un incontro urgente al Prefetto di Catania e ai custodi nominati dal Tribunale. Bisogna lavorare in sinergia con tutti gli attori istituzionali. Sarà l’unico modo per salvaguardare centinaia di lavoratrici e lavoratori che fino ad oggi, senza colpa alcuna, hanno svolto al meglio il loro lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Classifica nazionale 'Luoghi del cuore FAI' - Catania presente con 3 siti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento