Vertenza Vedis,continua la protesta: denunciati due lavoratori

Hanno protestato stamattina davanti la sede della Ve.Di.S Srl i quattro lavoratori licenziati tutti tesserati Cgil

Nonostante la mediazione del prefetto e dei suoi vice, che nel corso di un incontro avvenuto nelle scorse settimane hanno cercato di favorire il dialogo con l’azienda, la Ve.Di.S non mostra segnali di ravvedimento. Al contrario: sono state presentate due denunce penali ai danni del responsabile della logistica e di un Rsa. Hanno protestato stamattina davanti la sede della Ve.Di.S i quattro lavoratori licenziati tutti tesserati con la Cgil.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica dell'azienda

I rappresentanti del sindacato hanno confermato la difficoltà di gestire una vertenza caratterizzata da comportamenti antisindacali, decreti ingiuntivi, minacce di licenziamento. Stamattina insieme ai lavoratori erano presenti il segretario della Filt Cgil, Alessandro Grasso, il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota, la segretaria nazionale di Filt Cgil Giulia Guida e i responsabili della logistica regionale e provinciale, Giuseppe Stella e Paolo Sicura. “Le continue tensioni di questa vertenza dimostrano quanto sia difficile nel nostro territorio, e in un momento storico così complesso, difendere i diritti dei lavoratori e la loro sicurezza. Non possiamo far altro che ribadire che i lavoratori licenziati della Ve.di.s, azienda di trasporti di carburante sita nello Stradale Primosole, possiedono tutti la tessera del nostro sindacato e che il solo fatto di avere chiesto chiarimenti nei mesi scorsi su questioni legati ai contratti ed alla sicurezza, ha suscitato nel tempo un crescendo di problematiche mai risolte. Siamo molto amareggiati per l’assenza dell’ENI nel corso dei confronti istituzionali, che nella sua veste di azienda committente dovrebbe avere tutto l’interesse, nonché la responsabilità di tenere sotto controllo l’ aspetto della sicurezza”, hanno detto i rappresentanti di Filt e Cgil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento