"Vi ammazzo se non mi date i soldi", botte e minacce a genitori e sorelle

E' stato arrestato e ammesso ai domiciliari in una comunità di recupero un uomo di 40 anni, L.G, accusato di maltrattamenti in famiglia ed estorsione

E' stato arrestato e ammesso ai domiciliari in una comunità di recupero un uomo di 40 anni, L.G, accusato di maltrattamenti in famiglia ed estorsione ai danni del padre 68enne, della madre 65enne e delle sorelle di 44, 43 e 26 anni. Il fatto è avvenuto a Paternò. Le indagini hanno evidenziato come l'uomo, prigioniero della dipendenza da sostanze stupefacenti, seppur già sottoposto alla misura dell'allontanamento dalla casa di famiglia (con un provvedimento del 5 settembre) abbia continuato a minacciare e maltrattare i familiari, lanciandogli contro oggetti di vario genere e urlandogli frasi del tipo: "Vi ammazzo se non mi date i soldi, vi brucio la casa e la macchina, vi uccido a uno ad uno, vi consumo come voi avete consumato me". E ancora: "Io vi ammazzo, mi state distruggendo la vita". Stesso trattamento riservato alle sorelle, offese e maltrattate di continuo. Le ultime minacce hanno riguradato la più piccola e il fidanzato: "Sei già morta, ti ammazzo il fidanzato, ora gli mando persone per ammazzarlo, lo brucio nella macchina, non mi spavento di lui non è nessuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento