Via Acquicella, tenta fuga con l'auto alla vista della polizia: con lui due donne e un bambino

La storia che le donne hanno raccontato circa il bambino presente in auto, i cui genitori sarebbero partiti per la Romania affidandolo a loro, non ha convinto i poliziotti che lo hanno affidato alle cure di una comunità, in attesa di accertamenti

Si è conclusa con l’arresto, la folle corsa del ventenne rumeno Avraam Ramon Cercel, che ieri pomeriggio, a bordo di una potente Bmw, ha dato vita a una pericolosissima fuga per sfuggire agli agenti delle Volanti che lo avevano visto sfrecciare lungo la corsia d’emergenza di via Acquicella.

I poliziotti, vista la spericolata condotta di guida del conducente di quell’auto scura, si sono immediatamente insospettiti e lo hanno tallonato lungo un percorso finito in via San Jacopo, nel popoloso quartiere del Villaggio Sant’Agata, dove, abbandonata la vettura, ha vanamente tentato di sfuggire alla cattura scappando a piedi e, una volta bloccato, divincolandosi ferocemente.

Lungo il tragitto, pur di affrancarsi dai suoi inseguitori Cercel, che viaggiava insieme a due donne e un bambino, non ha esitato a speronare numerose auto, mettendo a rischio la vita di alcuni pedoni.

I poliziotti hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione dell'uomo documenti falsi, refurtiva “di pregio” (telefoni cellulari, tablet), targhe di veicoli, punzoni per l’alterazione dei numeri di telaio e arnesi atti allo scasso. L’auto stessa su cui è stato fermato è risultata rubata. L’uomo è stato arrestato per resistenza a Pubblico ufficiale e denunciato per ricettazione, riciclaggio e falsità materiale.

Insieme al Cercel, una delle donne che lo accompagnavano è stata deferita all’Autorità giudiziaria per ricettazione. Infine, la storia che le donne hanno raccontato circa il bambino presente in auto, i cui genitori sarebbero partiti per la Romania affidandolo a loro, non ha convinto i poliziotti che lo hanno affidato alle cure di una comunità, in attesa di accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento