Sgominata banda di ladri d’auto a “conduzione familiare”: cinque arresti

La tecnica utilizzata dal quintetto era altamente sofisticata e organizzata. Prevedeva infatti la presenza di soggetti che fungevano da "palo", nonché l'utilizzo di centraline decodificate in grado di vincere la resistenza dei più sofisticati antifurti

Sono finiti in manette cinque catanesi per tentato furto aggravato in concorso. La banda specializzata in furti d’auto era già conosciuta alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. La tecnica utilizzata era altamente sofisticata e organizzata.

Il quintetto prevedeva la presenza di soggetti che fungevano da “palo”, nonché l’utilizzo di centraline decodificate in grado di vincere la resistenza dei più sofisticati antifurti e di cacciaviti per forzare le serrature delle autovetture.

L’ARRESTO – Una chiamata al 113 ha segnalato alcuni giovani aggirarsi in modo sospetto tra le autovetture parcheggiate in via Adua. Immediato l’intervento degli agenti che tenevano da tempo d’occhio la zona perché teatro nell’ultimo periodo di numerosi furti di auto.

Gli agenti, dopo aver circondato e bloccando tutte le vie di fuga, sono riusciti a sorprendere due componenti della banda mentre stavano forzando un’autovettura parcheggiata proprio in via Adua. Contemporaneamente, dopo un tentativo di fuga a bordo di una Ford Fiesta sono stati bloccati altri due complici che fungevano da “palo”. Il quinto membro della banda è stato fermato dopo che aveva tentato la fuga a piedi.

LA PIANA Luciano-2 MANNINO Orazio-2 RICCIARDI Luciano-4 RICCIARDI Luigi-2 Spoto Alessandro-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento