Forte boato in via Archimede, scoppiate bombole nel campo rom

Forte boato in Via Archimede. Tre bombole sarebbero scoppiate all'interno del campo rom vicino alla Stazione. Già sul luogo i vigili del fuoco. Presenti anche i mezzi di soccorso del 118 e i Vigili urbani. In aggiornamento

Foto Alessandro di Salvo

Un forte boato, nel primo pomeriggio di oggi, ha spaventato residenti e passanti di corso Martiri della Libertà. Proprio in via Archimede, infatti, si è avvertita una forte esplosione. Dalle prime indiscrezioni si tratterebbe di tre bombole scoppiate all'interno del campo rom occupato anche da barboni. Sul posto sono intervenuti subito i Vigili del fuoco per domare le fiamme. Sul posto anche i mezzi di soccorso del 118 e i vigili urbani.

In base alle prime informazioni non ci sarebbero feriti. Le auto parcheggiate nei pressi di via Archimede, sono state fatte spostare e la zona è stata chiusa al traffico.

IL COMMENTO DEL CONSIGLIERE COMUNALE SALVATORE TOMARCHIO - "Prima il viale Africa ed ora via Archimede. L’esplosione che ha caratterizzato la zona a pochi passi dal Corso Sicilia è il sintomo di una situazione drammatica che si vive all’interno dei campi rom e delle bidonville sparse per Catania. Un problema che, in qualità di presidente della commissione comunale al Patrimonio, ho più volte segnalato nel corso delle tante sedute itineranti effettuate in questi luoghi. Piccole città nelle città caratterizzate da cucine di fortuna e da fuochi usati per cucinare e riscaldarsi. Il tutto senza nessun tipo di precauzione e protezione. La conseguenza inevitabile, denunciata dal sottoscritto consigliere comunale Salvatore Tomarchio, sono esplosioni o roghi che mettono in serio pericolo l’incolumità di migliaia di persone. Molti accampamenti o campi rom, come nel caso di Corso Martiri della Libertà, non si trovano nelle periferie ma in piano centro cittadino con tutte le conseguenze che sono facilmente immaginabili. Ecco perché chiedo ancora una volta con forza al sindaco Bianco di adoperarsi per risolvere questi drammatici problemi sociali e prendere in considerazione tutte le nostre proposte necessarie a mettere in sicurezza zone dove l’incendio e l’esplosione si può verificare in qualsiasi momento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento