Auto bruciata in via Caff, Mazzola: “Fatto grave. Controlli ancora più serrati”

"Sono particolarmente colpita dall'episodio. Faremo di tutto per intensificare i controlli. Solo per una fortuita coincidenza sono stati evitati danni alle persone". Così l'assessore alle Attività Produttive e del Centro Storico, Angela Mazzola

“Sono particolarmente colpita dall’episodio di ieri notte. Faremo di tutto per intensificare i controlli. Solo per una fortuita coincidenza sono stati evitati danni alle persone”. Così l’assessore alle Attività Produttive e del Centro Storico, Angela Mazzola che si è recata in via Caff, dove nel pieno centro della “movida” catanese, si è incendiata un'auto parcheggiata che, malgrado l’intervento immediato dei Vigili del Fuoco, è esplosa perché alimentata a gas.

Piena collaborazione è avvenuta subito tra la Polizia Municipale e la Polizia di Stato. L’auto incendiata pare fosse parcheggiata nella zona Ztl che nelle ore notturne è interdetta alla sosta anche dei residenti.

“Stiamo verificando - ha continuato la Mazzola- se si tratta di un episodio accidentale o di un atto vandalico che sarebbe gravissimo. Incrementeremo quanto più possibile i controlli nella zona della movida. Chiamo i concittadini a denunciare, telefonando alle forze dell’ordine, qualsiasi gesto sospetto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento