Via Carobene, cane ferito gravemente con un’accetta

Preoccupanti le condizioni di salute dell'animale, il colpo ha infatti provocato un piccolo foro al cranio. Fermato un sospettato grazie alle testimonianze di alcuni cittadini

Di nuovo maltrattamenti sugli animali, questa volta a essere selvaggiamente picchiata una cagnetta meticcia.

Questa mattina il nucleo delle guardie zoofile A.I.P.A. è intervenuto in via Carobene per soccorrere un  cane colpito in testa da un’accetta.

Le guardie zoofile hanno quindi portato il povero animale presso l'APS veterinaria di via A. Padre Secchi dove il dottor Rubino ha bloccato una grave emorragia in atto. Al momento le condizioni di salute del cane non sono ottimali poiché il colpo di accetta ha provocato un piccolo foro al cranio.

La polizia grazie alle dichiarazioni di alcuni cittadini ha fermato un sospettato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

  • Coronavirus, 27 nuovi casi in Sicilia: a Catania sono 6

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento