Via Castromarino, la Procura autorizza lavori di messa in sicurezza

In questo modo il giudice, pur mantenendo il sequestro dell’immobile, ha accolto la richiesta del primo cittadino

A seguito dell’istanza presentata lo scorso 10 Marzo dal sindaco Salvo Pogliese, il sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Catania Andrea Norzì ha autorizzato l’accesso allo stabile di via Castromarino per la messa in sicurezza dopo il crollo che lo ha interessato. In questo modo, la Procura, pur mantenendo il sequestro dell’immobile, ha accolto la richiesta del primo cittadino di consentire lo svolgimento dell’attività di consolidamento dello stabile, propedeutica alla ripresa dei lavori di scavo della metropolitana, garantendo l’incolumità degli abitanti della zona e delle maestranze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento