Via Castromarino, verifiche dei vigili del fuoco e transenne nel luogo del crollo

Sono in atto ulteriori controlli del personale specializzato

Sono state effettuate verifiche dei vigili del fuoco e del personale specializzato nel palazzo crollato di via Castromarino, nel quartiere Antico Corso. Presenti sul posto anche la polizia e la protezione civile che hanno bloccato, con le transenne, tutta la strada.

Uno dei residenti ha affermato che negli ultimi giorni ha notato la presenza di ulteriori crepe in casa e si teme che possa esserci stato un "movimento" dell'immobile crollato. Così i vigili del fuoco stanno verificando se effettivamente vi siano stati degli spostamenti del palazzo anche su sollecitazione dei residenti che sono, comprensibilmente, preoccupati.

Sul posto si è recato anche l'assessore del Comune di Catania Arcidiacono e si sta provvedendo a transennare l'incrocio tra via Castromarino e via Lago di Nicito e sarebbe stata chiusa l'intera via Castromarino. Vi sono stati alcuni momenti di tensione. L'intervento ultimato in serata dai vigili del fuoco, che hanno condotto verifiche su un immobile, si è concluso senza ulteriori novità.

Sul posto si era recato anche il consigliere della municipalità Fabrizio Cadilli che, nel corso di una diretta sui social, ha parlato con un residente della zona che ha lamentato la presenza di nuove crepe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento