menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Roberto Viglianisi

Foto di Roberto Viglianisi

Esplosione in via Crispi: è in coma la bambina di 10 mesi

La bimba è ricoverata nel reparto di rianimazione pediatrica del Garibalbi Nesima. Un uomo, miracolosamente estratto vivo dalla macerie dai vigili del fuoco, a causa delle gravi ustioni è stato trasferito al Civico di Palermo

Quattro feriti, due gravi, tra cui una bambina di 10 mesi, ed un morto: un'anziana donna di 87 anni. E' questo il bilancio del crollo della palazzina in via Crispi, avvenuto stanotte, intorno alle 2.30 a causa probabilmente di una fuga di gas. La bambina di neanche un anno coinvolta nell'esplosione è in coma, ricoverata nel reparto di rianimazione pediatrica dell'ospedale Garibaldi Nesima. Ciò che resta dello stabile di 3 piani è solo un cumulo di macerie, tra gli ambienti sventrati dall'esplosione.

L'INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO 

"Subito informato seppur fosse notte fonda - spiega il Sindaco Bianco - ho seguito con attenzione e viva preoccupazione le operazioni di pronto intervento e soccorso relative al crollo della palazzina di via Francesco Crispi". "L'edificio di tre piani è probabilmente crollato a causa dello scoppio di una bombola di gas - sottolinea il primo cittadino - Intorno alle 3 erano già state estratte dalle macerie quattro persone: due donne sono state ricoverate in codice giallo nell'ospedale di Lentini, una bambina al Garibaldi e un uomo al Vittorio Emanuele, entrambi in codice rosso. I soccorritori hanno dovuto scavare a mano nelle macerie. Sono andato in ospedale a trovare la bimba di 10 mesi in coma, ha gravi ferite alla testa, è in prognosi riservata, i medici potranno sciogliere la prognosi tra 72 ore. Sono stato a lungo accanto alla mamma, speriamo nel miracolo".

LE IMMAGINI DELLA PALAZZINA SUBITO DOPO L'ESPLOSIONE - VIDEO

"Nel contempo - prosegue Bianco - i tecnici comunali hanno verificato la presenza di eventuali lesioni nei fabbricati vicini sia in via Crispi sia nella parallela via Colajanni. Intorno alle 4 la triste scoperta di una vittima, un'anziana donna". "Esprimo ai familiari il mio sentito cordoglio da parte mia e di tutti i concittadini. Intanto gli sfollati sono già stati ricollocati in una struttura alberghiera in via Etnea e saranno accolti e aiutati come meritano".

VIDEO: PARLANO IL SINDACO BIANCO E LA ZIA DELLA BIMBA

Tra i sopravvisuti un uomo, gravemente ustionato, che è stato tirato fuori dalla macerie tempestivamente dai vigili del fuoco."L'uomo ustionato ricoverato al Civico di Palermo si e' miracolosamente salvato perchè, durante il crollo, è stato protetto da un frigorifero". Lo ha detto Salvatore Giudice, il caposquadra dei pompieri che ha tirato fuori dai cumuli di mattoni e calcinacci il sessantenne che viveva al primo piano della palazzina crollata nella notte a Catania. "Lo abbiamo individuato non appena siamo intervenuti - ha aggiunto il vigile del fuoco - abbiamo scavato subito un cunicolo e non appena lo abbiamo individuato, lo abbiamo tirato fuori dal retro dello stabile crollato. E' stato veramente miracolato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Svegliarsi di notte - I significati secondo la medicina cinese

Alimentazione

Curcuma: proprietà e benefici

Cura della persona

Manicure semipermanente senza lampada - Ecco come

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento