Via Crociferi: dal 2002 nella World Heritage List dell'Unesco, oggi nel degrado

I muri e le scalinate dei vari monumenti sono sfregiati da orrendi graffiti e necessitano di continui e dispendiosi interventi per il loro ripristino, auto e motorini attraversano la strada nonostante i numerosi divieti. E' la denuncia del consigliere comunale del Partito Democratico Niccolò Notarbartolo

“Nonostante via Crociferi, con le Chiese di San Giuliano e di San Francesco Borgia e con il complesso del Collegio dei Gesuiti, sia inserita dal 2002 nella World Heritage List dell'Unesco, l'intera area è sistematicamente vandalizzata. I muri e le scalinate dei vari monumenti sono sfregiati da orrendi graffiti e necessitano di continui e dispendiosi interventi per il loro ripristino, auto e motorini attraversano la strada nonostante i numerosi divieti”, è la denuncia del consigliere comunale del Partito Democratico e presidente della Commissione consiliare Lavori pubblici di Palazzo degli Elefanti, Niccolò Notarbartolo.

Nell'interrogazione, il Presidente della Commissione Lavori pubblici riporta gli allarmi lanciati negli ultimi mesi sulla via del barocco: “Nel novembre del 2014 il Direttore generale di Legambiente ha paventato la possibilità che, alla luce del mancato rispetto di dettami e prescrizioni, l’intera area rischi la perdita del prestigioso riconoscimento – si legge nell'interrogazione – A dicembre del 2014 il docente di economia ed Assessore ai Beni culturali della Regione Sicilia Antonio Purpura afferma che scongiurare la possibilità che i siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità siano cancellati dall’Unesco sia una priorità per la Regione e nello stesso mese il professore Angelini, direttore della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia, ha affermato la necessità di valorizzare adeguatamente i siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità in Sicilia e di migliorarne la gestione”.

“Pochi anni fa sono stati effettuati dei lavori che hanno interessato l’area di via Crociferi e della scalinata di via Alessi, per portare alla luce reperti archeologici tra cui una pavimentazione a mosaico, delle murature e una colonna, tutti appartenenti ad una villa di età romana – prosegue Notarbartolo – Ma dalla data di conclusione dei lavori, questi reperti non sono mai stati resi accessibili alla cittadinanza e, secondo quanto denunciato da alcuni residenti, sono attualmente messi a rischio da altri lavori che in questi mesi interessano l’area”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La via Crociferi è uno straordinario patrimonio della città di Catania che deve essere adeguatamente valorizzato e non è accettabile lo stato di degrado in cui versa” conclude l'esponente del PD, che chiede alla Giunta “se abbia autorizzato o sia a conoscenza di lavori che potrebbero mettere a rischio la fruibilità dei reperti archeologici o se intenda coordinarsi con la Sovrintendenza per rendere accessibili tali aree” e “quali interventi intenda porre in essere per la salvaguardia e la valorizzazione della via Crociferi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento