Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Borgo / Via Etnea

Accoltella connazionale in via Etnea, mauriziano fermato: altri due indagati

Il ferito era stato ricoverato in prognosi nell'ospedale Cannizzaro. Il 23enne è indiziato di tentato omicidio aggravato, porto abusivo di arma da taglio e rissa aggravata

Ieri sera la polizia ha arrestato Veeren Desire con le accuse di tentato omicidio aggravato, porto abusivo di arma da taglio e rissa aggravata. Alle ore 22.20 circa del 9 marzo, la polizia è intervenuto in via Etnea nei pressi del civico 716 a seguito di segnalazione telefonica pervenuta su linea 113 di rissa tra cittadini extracomunitari.

Sul posto è stata riscontrata la presenza del cittadino mauriziano S. D., il quale presentava una ferita d’arma da taglio alla regione toracica. L'uomo è stato trasportato, tramite ambulanza, presso il Pronto Soccorso del “Cannizzaro”, dove è stato ricoverato in prognosi riservata, perchè la lesione era potenzialmente mortale per la sede ed organi interessati.

In sede si sopralluogo, eseguito dalla polizia scientifica, è stato rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico utilizzato per commettere il reato ed è stata eseguita la campionatura di sostanza ematica rilevata sul marciapiede.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno permesso di appurare che, a seguito di una violenta rissa, scaturita per futili motivi, cui avevano preso parte lo stesso S. D., N. M. ed altri due connazionali in corso di identificazione, Desire Veeren aveva colpito la vittima con una coltellata alla regione toracica.

Il fermato è stato portato nel carcere di “Piazza Lanza” a disposizione dell’Autorità giudiziaria, mentre S. D. e N. M. sono stati indagati in stato di libertà per rissa aggravata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltella connazionale in via Etnea, mauriziano fermato: altri due indagati

CataniaToday è in caricamento