Via Etnea, scatta l'allarme bomba: ecco gli artificieri in azione

I carabinieri del gruppo artificieri entrano all'interno di un negozio per controllare alcune valigie abbandonate davanti alla Prefettura di Catania. Dopo le verifiche si è potuto appurare che i bagagli contenevano soltanto vestiti

Tanta la paura questa mattina in via Etnea quando, dopo aver trovato alcune valigie abbandonate davanti al palazzo della Prefettura, alcuni cittadini hanno allertato le forze dell'ordine. Dopo aver chiuso l'intera area, i carabinieri del nucleo artificieri hanno analizzato i bagagli incustoditi e, dopo aver posizionato alcune microcariche - inutilizzate - hanno potuto verificare l'assenza di ordigni esplosivi. I militari si sono poi serviti dei locali di un negozio per un'ulteriore verifica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento