rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Discariche abusive in via Fondo Romeo, Castiglione: "Servono più controlli"

"Una radicale opera di bonifica e telecamere di sicurezza per evitare lo scarico di materiali di ogni tipo", sono queste le richieste del presidente alla commissione viabilità

Una radicale opera di bonifica e telecamere di sicurezza per evitare che lo scarico di materiali di ogni tipo continuino incessantemente in via Fondo Romeo nel quartiere di Fossa della Creta. Queste sono le richieste del presidente della commissione comunale alla mobilità Giuseppe Castiglione, al primo cittadino di Catania dopo le segnalazioni effettuate dai tanti commercianti della zona.

"Imprenditori che si ritrovano l’accesso alla propria azienda quasi completamente sbarrato da montagne di copertoni, vecchi elettrodomestici ed ogni altro tipo di rifiuto speciale e ingombrante. Una situazione che ha trasformato la strada in una delle più grandi pattumiere a cielo aperto di tutta la città. Qui - dichiara Castiglione - a pochi passi dal cimitero di Catania e dal viale della Regione viene scaricato di tutto. E tutto perché mancano i controlli delle forze dell’ordine. Non solo, non c’è un sistema di pubblica illuminazione adeguato con la conseguenza che la zona è quasi completamente al buio già dal tardo pomeriggio. Questo non fa altro che agevolare coloro che qui, con tanto di camion, scaricano tonnellate di materialI".

"Alcuni anni fa il Comune provvide a bonificare l’area con l’impiego degli scavatori ma,- conclude il presidente della mobilità - senza protezioni tra la via e il torrente Acquicella oppure una forma efficace di vigilanza preventiva, i rifiuti tornarono ad invadere il territorio nel giro di pochi giorni. Da qui le lamentele dei cittadini visto che via Fondo Romeo è sempre molto trafficata perché permette di raggiungere via Palermo, via Acquicella e piazza Risorgimento".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche abusive in via Fondo Romeo, Castiglione: "Servono più controlli"

CataniaToday è in caricamento