Via Fontanarossa, qui giace campo Zia Lisa dimenticato dal Comune

Da un anno mancherebbe la manutenzione minima per renderlo ancora utilizzabile. Soltanto le porte garantiscono le poche sembianze di una struttura sportiva. Anomalia? Un comunicato del comune di Catania del 12 Maggio scorso

In Via Fontanarossa un campo di calcio: il campo sportivo Zia Lisa. A pochi passi, proprio di fronte, un’altra struttura sportiva, che ospita una squadra di serie A. Di rugby questa volta. Parliamo del campo Santa Maria Goretti, dove si allena l’Amatori Catania.

Fin qua tutto normale. Ma le sorprese non finiscono qui, anzi iniziano. Prima di tutto il campo di calcio in questione è attualmente chiuso. Inagibile. Da un anno a questa parte, infatti, mancherebbe la manutenzione minima per renderlo ancora utilizzabile. Intanto l’erba è cresciuta talmente tanto, che soltanto la presenza delle due porte garantisce le sembianze di una struttura sportiva.

Accanto, tra le sterpaglie e il vasto paesaggio dal quale si intravede l’etna, una montagna di rifiuti ricopre un’ampia zona, creando una vera e propria discarica a cielo aperto. Persino i muri esterni versano in condizioni fatiscenti, contribuendo a creare uno scenario quasi da terzo mondo. A lasciare perplessi non soltanto la condizione in cui versa l’impianto.

Il 12 Maggio scorso, infatti, un comunicato stampa del comune di Catania affermava che la sistemazione dei campi di calcio comunali della città era stata completata. Non si capisce allora perché il campo Zia Lisa di via Fontanarossa resti chiuso. Un mistero questo che si lega a moltissimi impianti sportivi comunali di Catania, che soltanto per piccoli guasti o per mancanza di manutenzione minima, si vedono costretti a chiudere continuamente.

Anche gli impianti solari termici, installati in numerosi impianti comunali a seguito del progetto “comune solarizzato” del 2003, giacciono tristemente inutilizzati e lasciati al degrado. Uno spreco di risorse pubbliche elevato, oltre che un’opportunità sprecata per valorizzare uno strumento indispensabile finalizzato all’utilizzo delle energie rinnovabili. Ma questa, ormai, è storia nota. Così  come fare sport a Catania è sempre più difficile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento