Anfe, protesta dei lavoratori rientrata: rassicurante l’intervento di Crocetta

Il movimento del Megafono fa sapere di avere investito della questione il Governatore e l'assessore Scilabra che attraverso il capo della segreteria tecnica dell'assessorato, Guarino, avrebbero garantito il pagamento di buona parte degli emolumenti

Via Franchetti - foto Google Maps

Caos e disperazione nella sede dell’ente di formazione Anfe in via Franchetti. Questa mattina, alcuni dipendenti da mesi senza stipendio hanno minacciato di lanciarsi dallo stabile. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, che hanno posizionato un materasso sotto all’edificio, ma anche i sanitari del 118 – che hanno soccorso una delle manifestanti colpite da malore - e le forze dell’ordine.

Il movimento del Megafono fa sapere di avere investito della questione il Governatore e l'assessore Scilabra che attraverso il capo della segreteria tecnica dell'assessorato, Guarino, avrebbero garantito il pagamento di buona parte degli emolumenti spettanti dai lavoratori.

L’ente di formazione è finito sotto la lente della magistratura nelle scorse settimane. Ma i lavoratori, che aspettano ben 20 mensilità, protestano affermando di “non avere nulla a che fare con le inchieste giudiziarie”. Per questo chiedono un incontro con il Prefetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento